Cornaredo s’innamora di un magico Lugano

Calcio

Impresa bianconera negli ottavi di finale di Coppa Svizzera: lo Young Boys deve arrendersi - Davanti a quasi 6.000 spettatori, la squadra di Croci-Torti ci mette prima l’intelligenza e poi un cuore grande
«La mentalità dei miei uomini è stata pezzesca, ci siamo esaltati nella sofferenza» sottolinea il tecnico

Cornaredo s’innamora di un magico Lugano
Amoura sfugge a tutti e infila il provvisorio 2-0 bianconero. © CdT/Gabriele Putzu

Cornaredo s’innamora di un magico Lugano

Amoura sfugge a tutti e infila il provvisorio 2-0 bianconero. © CdT/Gabriele Putzu

C’è chi si è commosso. Chi, senza misure, ha pianto. E anche a Mattia Croci-Torti, al triplice fischio finale, gli occhi sono diventati lucidi. Troppe le emozioni, incontenibile la gioia. Sì, è tutto vero. Il Lugano ha estromesso lo Young Boys dalla Coppa Svizzera. Il sogno continua. Di più: alla luce delle eliminazioni di Zurigo, Servette e Basilea, le fantasie bianconere ora hanno un non so che di proibito. E, va da sé, solo sussurrato all’ombra della tribuna principale e in una buvette strabordante di birra ed entusiasmo. Ha fatto festa il Lugano e ha fatto festa Cornaredo. Tornato a pulsare in quasi ogni ordine di posto. A innamorarsi della prova offerta da Sabbatini e compagni, questa sera, sono stati in poco meno di 6.000.

La dedica a Cao Ortelli

«Ed è inutile girarci attorno. Giocare...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Calcio
  • 1
  • 1