Cristiano Ronaldo segna, lo Young Boys sogna

L’impresa

La Champions League dei gialloneri si apre con un colpaccio: ma come è stato possibile? Merito di un’ingenuità, una sostituzione e un errore inspiegabile

Cristiano Ronaldo segna, lo Young Boys sogna
© BSC Young Boys/Thomas Hodel

Cristiano Ronaldo segna, lo Young Boys sogna

© BSC Young Boys/Thomas Hodel

Una notte indimenticabile. Pazzesca. Sul palcoscenico più importante, contro l’uomo dei record. Lo Young Boys sogna, ma è tutto vero. Clamorosamente vero. Come la rete che, a un amen dal triplice fischio finale, abbatte il Manchester United. E rovina la serata a sua maestà Cristiano Ronaldo, incredulo in panchina, dopo aver siglato il provvisorio uno a zero. No, l’eroe non è lui. Nessuno si fionda nella sua direzione, per chiedergli la maglietta. I riflettori sono tutti per Siebatcheu, autore del 2-1 decisivo. Gli applausi per la squadra di Wagner, coraggiosa, a tratti spumeggiante. Splendida. Una formazione, sintetizzando, all’altezza della situazione. E di un avversario sulla carta - solo su quella - migliore. Sì, la Champions League si apre con il Wankdorf in festa. Ebbro di gioia. Consapevole...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Calcio
  • 1
  • 1