Destini incrociati ai piedi della Rocca

Calcio

Il ct della Svizzera Vladimir Petkovic e quello di Gibilterra Julio Ribas hanno in comune un solo giocatore allenato in passato: Akande Ajide - L’ex Venezia e ACB: «L’uruguaiano badava solo a difendersi, Vlado crede nella squadra più che ai singoli»

Destini incrociati ai piedi della Rocca
All’ombra del promontorio di Gibilterra la Nazionale è pronta a salire diretto agli Europei. © Keystone/Anthony Anex

Destini incrociati ai piedi della Rocca

All’ombra del promontorio di Gibilterra la Nazionale è pronta a salire diretto agli Europei. © Keystone/Anthony Anex

Destini incrociati ai piedi della Rocca

Destini incrociati ai piedi della Rocca

Destini incrociati ai piedi della Rocca

Destini incrociati ai piedi della Rocca

Non si può certo dire che Vladimir Petkovic e Julio César Ribas abbiano molto in comune. Un po’ come il clima tra Gibilterra e l’uggioso Regno Unito al quale appartiene l’appendice della caliente Costa del Sol andalusa. Lasciate perdere le origini dei due commissari tecnici: uno è nato a Sarajevo, l’altro arriva dall’Uruguay. E anche l’eleganza in panchina, con il ct rossocrociato abbonato al completo e quello gibilterrino a suo agio in tuta. Per non parlare dei personali obiettivi sportivi: da un lato il terzo, personale grande appuntamento per nazionali in tasca, dall’altro la simpatia e l’affetto che solo il 196. posto nel ranking FIFA possono regalarti.

Eppure come la Rocca mette in comunicazione il mar Mediterraneo e l’oceano Atlantico, così anche un giocatore può congiungere in un certo...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

  • 1 Massimo Solari
Ultime notizie: Calcio
  • 1
  • 2

    Il piano d’emergenza dell’UEFA, tra diktat e campi neutri

    Calcio

    Nyon e le 55 federazioni hanno varato un severo protocollo per permettere lo svolgimento delle coppe europee - In caso di contagi in squadra bastano 13 giocatori sul foglio partita - Corridoi d’emergenza in Polonia, Ungheria, Grecia e Cipro

  • 3

    Vaduz in paradiso, Thun retrocesso

    Calcio

    Non basta il successo per 4-3 dei bernesi - In virtù del 2-0 della gara d’andata gli uomini di Frick conquistano la promozione in Super League

  • 4

    «O in più di mille, o ci schiantiamo»

    L’ultimo appello

    Claudius Schäfer e Denis Vaucher chiedono al Governo di salvare lo sport professionistico - Il CEO della Swiss Football League: «Abbiamo più esperienza e diamo grande peso ai nuovi piani di protezione» - «Se non si alza il limite degli spettatori dovremo riflettere a un possibile lockout» avvisa il direttore della Lega hockey

  • 5
  • 1
  • 1