TIFO VIOLENTO

Disordini allo stadio, l’FC Lucerna sporge denuncia penale

Il club ha indicato di aver deciso di presentare una denuncia per coercizione, razzismo e danni materiali presso il suo stadio, la Swissporarena

Disordini allo stadio, l’FC Lucerna sporge denuncia penale
(Foto Keystone)

Disordini allo stadio, l’FC Lucerna sporge denuncia penale

(Foto Keystone)

Disordini allo stadio, l’FC Lucerna sporge denuncia penale

Disordini allo stadio, l’FC Lucerna sporge denuncia penale

LUCERNA - Il Lucerna passa all’attacco: quattro giorni dopo l’interruzione della partita tra l’FC Lucerna e il Grasshopper provocata da alcuni tifosi violenti del GC, la società dei padroni di casa ha sporto denuncia penale.

Il club degli svizzerocentrali, in una nota odierna, ha indicato di aver deciso di presentare - dopo un attenta valutazione del materiale video disponibile - una denuncia penale per coercizione, razzismo e danni materiali presso il suo stadio, la Swissporarena.

Il Lucerna si distanzia dalle azioni commesse dai tifosi violenti della squadra ospite e spera che questa misura renderà possibile un «rigoroso procedimento penale». Ora il Pubblico ministero si sta occupando del caso.

La scorsa domenica, durante la partita valida per il campionato di Super League, diversi tifosi del GC a volto coperto hanno scavalcato le recinzioni e tentato di invadere il campo. I fatti si sono verificati quando il Lucerna era in vantaggio per 4 a 0. Oltre alla normale sicurezza è intervenuta anche la polizia, per evitare una vera invasione e proteggere l’incolumità dei calciatori. I «tifosi» hanno poi intimato ai giocatori del club zurighese di togliersi la maglietta, poiché - a loro dire - non degni di indossarla. Il Grasshopper è retrocesso dopo 70 anni nella massima serie.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Calcio
  • 1