«Eleke non verrà a Lugano, il Lucerna non lo molla»

Calciomercato

Renzetti non nasconde una certa preoccupazione circa l’arrivo di un nuovo attaccante, mentre mister Maurizio Jacobacci auspica «una soluzione precisa, anche per dare un segnale al gruppo»

«Eleke non verrà a Lugano, il Lucerna non lo molla»
L’attaccante del Lucerna Blessing Eleke. © Keystone/Alexandra Wey

«Eleke non verrà a Lugano, il Lucerna non lo molla»

L’attaccante del Lucerna Blessing Eleke. © Keystone/Alexandra Wey

Come l’Ambrì, infortunio più infortunio meno. Il Lugano è incerottato. «Ma non voglio che gli assenti rappresentino un alibi» ammonisce subito Maurizio Jacobacci. Già, però la lista degli infortunati è lunga. Lunghissima. Mancheranno Obexer, Bottani, Guidotti e Sabbatini. E ancora: Custodio, Maric, Aratore e Lavanchy non stanno benissimo. Viene da chiedersi se «Jaco» riuscirà a trovare undici giocatori da mandare in campo.

Di più, radiomercato per ora tace. Il famoso attaccante, per dirla con Angelo Renzetti, «se caso si farà all’ultimo». E cioè lunedì, quando si chiuderà la finestra dei trasferimenti. «Il fatto è che siamo in alto mare» precisa il presidente. «Eleke? Il Lucerna ci aveva spedito una bozza d’intesa, sembrava un affare in dirittura d’arrivo. Poi le coordinate sono cambiate. Ci...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Calcio
  • 1
  • 2

    Djourou fa causa al Sion

    Il caso

    L’ex nazionale rossocrociato contesta il licenziamento e cita il club vallesano per danni morali e alla reputazione

  • 3

    Marco Padalino e una ricerca virtuale

    Qui FC Lugano

    Il dirigente bianconero sta cercando di pianificare le prossime mosse, ma ovviamente deve rifarsi a piattaforme come Wyscout e Transfermarkt: «Non è facile – spiega – anche perché così non conoscerai mai fino in fondo un potenziale obbiettivo»

  • 4

    Dal mercato alle televisioni: come sarà il «nuovo» calcio?

    Coronavirus

    La FIFA è scesa in campo annunciando nuove misure per aiutare i club a concludere la stagione, sempre che l’emergenza passi – Con l’avvocato Brenno Canevascini proviamo a districarci fra scadenze contrattuali prorogate e accordi condivisi sugli stipendi dei giocatori

  • 5

    La Nazionale rinuncia ad un milione di franchi

    Calcio

    Giocatori e allenatore all’unanimità hanno deciso di non incassare i premi del 2020 per aiutare il calcio svizzero, in crisi a causa dell’emergenza coronavirus – Vladimir Petkovic: «Partite così importanti si vincono solamente con la solidarietà»

  • 1
  • 1