Fantaeuro: i consigli di Kubi, Maric e Cereda

L’evento

Abbiamo chiesto ad alcuni VIP di schierare la loro formazione modello per Euro 2020 – E c’è anche il giornalista Mauro Antonini

Fantaeuro: i consigli di Kubi, Maric e Cereda
© KEYSTONE/Jean-Christophe Bott

Fantaeuro: i consigli di Kubi, Maric e Cereda

© KEYSTONE/Jean-Christophe Bott

Avete comprato le birre? Sono già in frigo? Il divano è pronto ad accogliervi? Siete sul pezzo? Ma, soprattutto, avete fatto la squadra a Fantaeuro, il gioco ideato dal Gruppo Corriere del Ticino che vi terrà compagnia durante gli Europei di calcio? Come dite? Non ancora? Male, malissimo. Una buona notizia, però, c’è. Avete ancora tempo: basta collegarvi al sito fantaeuro.ch, creare un account, dare un nome alla vostra nazionale delle meraviglie e, quindi, scegliere modulo e giocatori. Come dite? Non sapete chi prendere? Non preoccupatevi: vi avevamo già dato qualche consiglio qui, ora vi mostriamo le formazioni di alcuni VIP che hanno deciso di aderire alla nostra iniziativa.

Kubi schiera il tridente

L’undici di Türkyilmaz.
L’undici di Türkyilmaz.

Ha disputato un Europeo, nel 1996, segnando anche uno storico rigore all’Inghilterra padrona di casa. È stato per anni il bomber della Nazionale. Sì, stiamo parlando di Kubilay Türkyilmaz. Per tutti soltanto Kubi. Per l’occasione, il nostro eroe ha vestito i panni dell’allenatore e scelto un undici decisamente votato all’offensiva. A cominciare dal portiere, Manuel Neuer, di fatto un difensore aggiunto considerando i suoi piedi raffinati e la sua propensione a uscire dai pali per impostare la manovra. Difesa tutta iberica con due portoghesi e uno spagnolo. A centrocampo spazio alla qualità più pura, con un altro portoghese (Fernandes), il tuttofare Barella, Goretzka della Germania e Carrasco del Belgio. Davanti, beh, (ex) attaccante di razza chiama attaccanti di razza: Müller, Lukaku, Mbappé. Tantissima roba. Il nome della squadra? Kubinho.

Maric si affida al «suo» Modric

L’undici di Maric.
L’undici di Maric.

Ha alle spalle una lunghissima carriera ai massimi livelli, ma di appendere le scarpe al chiodo - per ora - non se ne parla nemmeno. Tant’è che Mijat Maric, 37 anni, ha appena rinnovato il suo contratto con il Lugano. Un altro giro di giostra in Super League. Nell’attesa di tornare in campo per la preparazione estiva, il veterano della difesa bianconero si è prestato al nostro gioco. Ecco il suo FantaTeam: anche Maric, come Kubi, ha optato per un 3-4-3 tutto cuore e spettacolo, con Neuer in porta, de Ligt, Spinazzola e Alexander-Arnold in difesa, Goretzka, Kanté, Modric e De Bruyne a centrocampo, Lukaku, Mbappé e l’interessante Chiesa in attacco. Una squadra che potrebbe arrivare lontano, molto lontano.

Cereda punta sulla corsa

L’undici di Cereda.
L’undici di Cereda.

È risaputo: l’hockey di Luca Cereda, affermato allenatore dell’Ambrì Piotta, è un mix di talento e pattinaggio. Bisogna sudare, insomma. E il «Cere, non a caso, ha scelto una squadra votata al sacrificio per il nostro gioco. Riuscirà la sua nazionale Pikepala a farsi largo? Cereda confida di arrivare fino in fondo. E magari di vincere. Puntando su un 3-4-3 di spessore. Donnarumma fra i pali, Bonucci, Rüdiger e Varane davanti all’oramai ex Milan, Zielinski, Kimmich, Kanté e De Bruyne a metà per un autentico mix fra legna e qualità, Kane, Mbappé e Lukaku davanti. La parola d‘ordine è sacrificio.

Antonini e quel tocco verdeoro

L’undici di Antonini
L’undici di Antonini

Mauro Antonini ha un passato come centravanti. Ha giocato a discreti livelli, così almeno afferma. Il problema? Avendo il Brasile nel sangue, tendeva a strafare e a perdersi in dribbling e ghirigori inutili. Di calcio, però, ne capisce. E il suo Mornera Football Club, perché il Bellinzonese calcisticamente parlando è terra di brasiliani, promette scintille grazie a un 4-3-3 votato all’offensiva. Neuer è il portiere scelto, quindi Dias, Cancelo, de Ligt e l‘intrigante Lucas Hernandez a completare la linea difensiva, il trio formato da Barella, Kanté e Modric per dare fosforo, polmoni e geometrie al centrocampo, «Gazza» Foden, Griezmann e bomber Lukaku là davanti. Scelte in parte coraggiose e in parte ragionate, degne comunque del personaggio Antonini.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Calcio
  • 1
  • 1