Festa pure in campo, perché la pazienza è la virtù dei forti

Calcio

Il Lugano si gode il sì al Polo sportivo e il quarto successo consecutivo in campionato - Delle sei vittorie targate Mattia Croci-Torti, quattro sono state confezionate nei quindici minuti finali

Festa pure in campo, perché la pazienza è la virtù dei forti
©Keystone/Michael Buholzer

Festa pure in campo, perché la pazienza è la virtù dei forti

©Keystone/Michael Buholzer

Ha dovuto attendere. Tanto. Troppo. Strappando deroghe, tessendo alleanze con altre società, convincendo la Swiss Foobtall League - stagione dopo stagione - che le cose si sarebbero presto sistemate. Alla fine, tremando e non poco, il FC Lugano ce l’ha quindi fatta. Sì, a settant’anni dall’inaugurazione di Cornaredo, il futuro è stato delineato. Si scrive Polo sportivo e degli eventi, si legge sopravvivenza assicurata. Che gioia. E che liberazione. Figlie, entrambe, della paura e della speranza. Stringere i denti, però, è servito. Angelo Renzetti, e la sua presidenza decennale, ha creato i presupposti per fare bene. Vacillando, sbagliando qua e là, d’accordo, ma li ha creati. Per crescere e non temere di essere ambiziosi. La proprietà Mansueto, subentrata cento giorni fa, avrà ora il compito...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Calcio
  • 1
  • 1