I baci e le lacrime di Angelo Renzetti

Calcio

In occasione di Lugano-Basilea, Cornaredo ha omaggiato l’oramai ex presidente per gli undici, intensi anni alla testa del club bianconero - «Angelone» ha risposto agli applausi convinti del pubblico con grande commozione

I baci e le lacrime di Angelo Renzetti
©CdT/Gabriele Putzu

I baci e le lacrime di Angelo Renzetti

©CdT/Gabriele Putzu

Non è solo il giorno di Lugano-Basilea. Un doveroso e sentitissimo omaggio, poco prima del fischio d’inizio, ha fatto da cornice al match di domenica pomeriggio a Cornaredo. «Grazie di tutto, Angelo!». Sì, l’oramai ex presidente, pardon presidentissimo, è stato celebrato per gli undici anni alla testa della club bianconero. Un tributo emozionante, come commosso era «Angelone», di fronte agli applausi convinti di tutto lo stadio. Ad accompagnarlo, nel cuore del campo, il municipale di Lugano Roberto Badaracco e il CEO del club Martin Blaser, a cui l’oramai ex patron nelle scorse settimane ha lasciato le redini delle società, passata sotto la gestione di Joe Mansueto. La squadra, guidata ad interim da Mattia Croci-Torti e Cao Ortelli, cercherà il colpaccio contro i renani anche per Renzetti. Che, uscendo dal terreno da gioco, ha lanciato baci a tutti, in lacrime.

Loading the player...
©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Calcio
  • 1
  • 1