«I rossoblù mi hanno dato tanto, sono pronto a tornare al Riva IV»

Calcio

Raffael potrebbe rivestire la maglia del Chiasso, ma non prima di gennaio, quando riaprirà il mercato - Erano una trentina i tifosi che oggi hanno accolto l’attaccante brasiliano

 «I rossoblù mi hanno dato tanto, sono pronto a tornare al Riva IV»
Raffael, 36 anni, si allena al Riva IV.

«I rossoblù mi hanno dato tanto, sono pronto a tornare al Riva IV»

Raffael, 36 anni, si allena al Riva IV.

«A volte ritornano», come scriveva Stephen King nell’omonima raccolta di racconti edita nel 1978. Questa mattina, il Riva IV e una trentina di tifosi del Chiasso hanno accolto Raffael Caetano de Araújo, detto più semplicemente Raffael.

Proprio così: Raffael, non Rafael, come il sottoscritto e molti colleghi lo chiamavano nei loro articoli nel corso di quelle due indimenticabili stagioni a cavallo del 2003 e del 2005. Due brillanti campionati nella neonata Challenge League, che portarono la squadra del presidente Marco Grassi ad un passo dalla Super. In particolare nella stagione 2003-04, allorché il grande sogno rossoblù di riapprodare nell’élite del calcio nazionale si affievolì al termine della rocambolesca sconfitta per 3 a 2 patita alla Breite con lo Sciaffusa.

Aspettando gennaio

Quello di...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Calcio
  • 1

    Un piccolo Dudic

    la giornata

    Gli arbitri sono sotto pressione e a volte messi in castigo dai propri superiori

  • 2

    Prospettiva che cambia

    Vietato ai minori

    Portieri rigoristi e bomber improvvisati in area avversaria sono entrati nella storia del calcio

  • 3

    Il tocco decisivo è del portiere

    Calcio regionale

    Il Paradiso agguanta il pari contro il Linth grazie alla rete del suo estremo difensore Alessio Bellante, rapace nell’area di rigore avversaria - «Prima della partita avevo visto il gol del mio collega Alisson su YouTube e sognavo di trovarmi nei suoi panni» dice il protagonista del fine settimana

  • 4
  • 5
  • 1
  • 1