Il Bayern Monaco taglia gli stipendi ai giocatori non vaccinati

Calcio

La società tedesca prenderà provvedimenti nei confronti dei calciatori non immunizzati che finiranno in isolamento - Il caso di Joshua Kimmich, che ha scelto di non ricevere il preparato per «motivi personali», infiamma il dibattito in Germania

 Il Bayern Monaco taglia gli stipendi ai giocatori non vaccinati
©Shutterstock

Il Bayern Monaco taglia gli stipendi ai giocatori non vaccinati

©Shutterstock

Quattro giocatori del Bayern Monaco non vaccinati contro la COVID-19 sono stati messi in isolamento. Si uniscono così a Joshua Kimmich, che sta osservando la misura già da venerdì. «Serge Gnabry, Jamal Musiala, Eric-Maxim Choupo-Moting e Michael Cuisance sono in isolamento in accordo con le autorità sanitarie. Sono entrati in contatto con una persona vicina alla squadra che è risultata positiva al coronavirus», ha fatto sapere la società tedesca in un comunicato pubblicato sul proprio sito ufficiale, due giorni prima della trasferta contro la Dinamo Kiev in Champions League. Secondo la «Bild am Sonntag», i dirigenti bavaresi hanno deciso di ridurre gli stipendi dei giocatori non vaccinati che verranno posti in isolamento. Kimmich (26) è stato messo in isolamento per la seconda volta venerdì a causa di una nuova esposizione al coronavirus. Martedì era appena uscito dalla quarantena dopo essere entrato in contatto con il compagno di squadra Niklas Süle, risultato positivo la scorsa settimana. Il caso del giocatore della Nazionale tedesca (64 presenze), che ha scelto di non farsi vaccinare per «motivi personali», ha acceso un vivace dibattito in Germania, di fronte a una nuova ondata di coronavirus.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Calcio
  • 1
  • 1