«Il boato dopo il mio gol? Me ne sono accorto rivedendolo in Tv»

Calcio

Akos Kecskes, difensore ungherese del Lugano, ci parla della vittoria contro il Lucerna, della prima rete in bianconero, dei suoi trascorsi nell’Atalanta e dei due nonni calciatori

«Il boato dopo il mio gol? Me ne sono accorto rivedendolo in Tv»
© Keystone/Davide Agosta

«Il boato dopo il mio gol? Me ne sono accorto rivedendolo in Tv»

© Keystone/Davide Agosta

C’è il sigillo di Akos Kecskes sul successo bianconero contro il Lucerna. Mercoledì il difensore ungherese ha condito la sua bella partita con la rete dell’1-0 all’80’, la sua prima con il Lugano. Con lui abbiamo parlato di questo e di tanto altro.

Akos, che serata è stata?

«Piena di gioia. Soprattutto per la vittoria e per la prestazione difensiva della squadra. Ovviamente è stato bello anche segnare il mio primo gol. Più che per la rete, però, sono soddisfatto per come ho giocato».

Solo mille spettatori ammessi a Cornaredo, ma il boato dopo la tua rete è stato impressionante.

«Sul momento non me ne sono reso conto. Quando ho rivisto le immagini in Tv, però, mi è sembrato che ci fosse lo stadio pieno. L’atmosfera era davvero speciale e i tifosi ci hanno aiutato moltissimo. Soprattutto negli ultimi...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Calcio
  • 1
  • 1