Il Lugano cade a San Gallo

Calcio

Bianconeri sconfitti 3-2 al Kybunpark – Non basta la doppietta di Holender – Costretti in dieci gli uomini di Celestini crollano nella ripresa

 Il Lugano cade a San Gallo
(Foto Keystone)

Il Lugano cade a San Gallo

(Foto Keystone)

SAN GALLO – Il Lugano ritrova il gol dei suoi attaccanti, ma esce malamente sconfitto dal Kybunpark. Sì, quella contro i biancoverdi è stata una brutta sconfitta: soprattutto nei modi. Un 3-2 insindacabile, perché gli uomini di Celestini offrono la peggiore prestazione della stagione. Di fatto la partita prende la piega sbagliata all’inizio della ripresa, quando Custodio si fa cacciare ingenuamente dal campo dopo aver allontanato il pallone sotto gli occhi dell’arbitro Schärer. Seconda ammonizione e Lugano in 10, costretto a difendere l’1-0 costruito con anche un po’ di fortuna nei primi 45’. Sì perché nella prima parte di gara i bianconeri fanno tutto fuorché incantare. Solo la dea bendata permette agli ospiti di uscire indenni dal rigore di Itten (già al 5’) e di trovare l’1-0 poco dopo con Holender (grazie a un rimpallo a premiare Junior). Poco male perché come detto il secondo tempo si trasforma ben presto in un incubo, con il San Gallo abile a esaltarsi con l’uomo in più e a travolgere nel giro di 20 minuti una difesa in balia degli eventi. Tra il 54’ e il 74’ Hefti, Babic e Itten ringraziano per lo spazio concesso e trafiggono il Lugano. A nulla servono i tentativi di Celestini di dare un altro volto alla partita, con Gerndt e Lovric a sostituire Rodriguez e Junior. I padroni di casa si fanno comunque preferire, sfiorano la quarta rete e quasi per caso giunge il 3-2 di Holender allo scadere. Uno zuccherino in un pomeriggio amarissimo. E siamo alla terza sconfitta consecutiva.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Calcio
  • 1
  • 1