calcio

Il Lugano cerca l’Europa senza Junior

Il brasiliano, fermatosi durante la rifinitura del martedì, non recupera: contro il Neuchâtel Xamax largo a Brlek, Bottani e Armando Sadiku

Il Lugano cerca l’Europa senza Junior
(Foto Keystone)

Il Lugano cerca l’Europa senza Junior

(Foto Keystone)

NEUCHÂTEL – Difendere il terzo posto dagli attacchi avversari e, dunque, avvicinare ulteriormente il sogno chiamato Europa League. Blindarlo, addirittura, a patto che dagli altri campi giungano buone notizie. La missione del Lugano alla Maladière è tanto semplice quanto complicata. Se è vero che i bianconeri stanno viaggiando da tempo sulle ali dell’entusiasmo, è altrettanto vero che di fronte – alle 20.00 – ci sarà uno Xamax rognoso e deciso, fino all’ultimo momento utile, a giocarsi ogni carta per abbandonare il nono posto sinonimo di spareggio salvezza. «Noi stiamo bene, abbiamo voglia e al di là delle assenze sappiamo di avere qualità» afferma un Fabio Celestini determinato e convinto. I ticinesi non potranno schierare gli squalificati Crnigoj e Gerndt, due pedine fondamentali. Assente anche Junior, infortunatosi durante la rifinitura di ieri. Il brasiliano era in dubbio fino all’ultimo: non ce l’ha fatta. Gerndt, nello specifico, sarà sostituito da Armando Sadiku. «Armando è tornato a Lugano per regalarci l’Europa League» spiega ancora Celestini. «Sapevamo che non era al 100% e che avrebbe avuto bisogno di tempo. Ma ora potrà sfogarsi in questo finale di stagione».


La formazione: Baumann; Sulmoni, Maric, Daprelà, Yao; Sabbatini, Vecsei; Lavanchy, Bottani, Brlek; Sadiku.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

  • 1
Ultime notizie: Calcio
  • 1