Il Lugano prova a scappare, il Servette lo riacciuffa

Calcio

Allo Stade de Genève finisce 1-1: succede tutto nel secondo tempo, con il vantaggio di Custodio e il pareggio a cinque minuti dalla fine di Stevanovic

Il Lugano prova a scappare, il Servette lo riacciuffa
©Keystone/Martial Trezzini

Il Lugano prova a scappare, il Servette lo riacciuffa

©Keystone/Martial Trezzini

Il Lugano ha conquistato un punto a Ginevra. Nello scontro contro il Servette, valido per il secondo posto in classifica, è finita 1-1. Ed è la terza volta su tre che le due squadre si sono lasciate su questo risultato al novantesimo. Passati in vantaggio con Custodio a metà secondo tempo, i bianconeri non sono riusciti a contenere la reazione dei granata, capaci di trovare il pareggio -- tutto sommato meritato - con Stevanovic a cinque minuti dal fischio finale.

Il primo tempo, allo Stade de Genève, è stato equilibratissimo. E, invero, avaro di particolari emozioni. Il Lugano si è reso pericoloso due volte: in entrata - non erano trascorsi 30 secondi - con un tiro di Bottani finito a lato di un soffio, poi al quarto d’ora sempre con il numero 10 ticinese, arrivato stanco alla conclusione dopo 50 metri di corsa. Il Servette ci ha invece provato con Kyei (un colpo di testa finito a lato al 25’) e una punizione velenosa di Stevanovic.

Decisamente più animata la ripresa, con i granata più in palla degli uomini di Jacobacci. Nel giro di tre minuti i padroni di casa hanno sfiorato due volte il vantaggio, con Baumann a fare il bello e il cattivo tempo. Il portiere dei bianconeri, al 57’, è uscito malissimo, ma fortunatamente Ziegler ha impedito a Stevanovic di avventarsi con profitto su un cross in arrivo dalla sinistra. Baumann è però stato miracoloso sul colpo di testa dello stesso Stevanovic, poco dopo: decisivo il suo balzo felino sulla linea di porta e la manona a togliere dalla rete la sfera. Nel momento di maggiore difficoltà, il Lugano ha quindi colpito. Con una rapida transizione finita sui piedi di Custodio, che al 66’ ha preso la mira e scaricato il suo destro in fondo al sacco. Una rete improvvisa e contro l’andamento del gioco. A impedire ai bianconeri di trovare la terza vittoria consecutiva è però stato il solito Stevanovic, bravo ad avventarsi su una palla scucchiaiata in area a cinque dalla fine e a freddare col mancino Baumann. Una rete tutto sommato meritata, che ha fissato definitivamente il risultato.

IL TABELLINO

Servette 1

Lugano 1

0-0

Reti: 66’ Custodio 0-1, 86’ Stevanovic 1-1.

Arbitro: San.

Servette: Frick; Sauthier (82’ Alves), Rouiller, Sasso, Clichy; Ondoua (71’ Mendy), Valls (87’ Cespedes), Cognat; Stevanovic, Schalk (71’ Kone), Kyei.

Lugano: Baumann; Lavanchy, Maric, Ziegler, Guerrero (53’ Facchinetti); Sabbatini, Custodio, Lovric; Bottani (79’ Macek); Abubakar (79’ Gerndt), Ardaiz (64’ Lungoyi).

Ammoniti: 42’ Custodio.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Calcio
  • 1
  • 1