Calcio

Il Lugano strappa tre punti al San Gallo e torna terzo

Gerndt risolve una partita durissima e gestita malissimo dall’arbitro

 Il Lugano strappa tre punti al San Gallo e torna terzo
(foto Putzu)

Il Lugano strappa tre punti al San Gallo e torna terzo

(foto Putzu)

 Il Lugano strappa tre punti al San Gallo e torna terzo
(foto Putzu)

Il Lugano strappa tre punti al San Gallo e torna terzo

(foto Putzu)

LUGANO – Sì, il Lugano è più vivo che mai. In un Cornaredo che nel finale – finalmente – ha saputo trasformarsi in una bolgia infuocata, i bianconeri hanno ottenuto una vittoria importantissima. Un uno a zero ottenuto coi denti, con la voglia e con il cuore, nato da una splendida punizione di Gerndt dal limite dopo nemmeno dieci minuti dall’inizio. Tanto basta, però, per portare a casa tre punti che significano da un lato salvezza certa a due giornate dal termine, dall’altro terzo posto. Già. I gironi di Europa League sono lì a un passo. Bisogna sperare che il Basilea vinca la Coppa Svizzera, è vero. Ma sul campo, i ticinesi hanno il destino nelle loro mani. Un risultato splendido e vitale, dicevamo. Anche perché la partita, giocata contro un San Gallo durissimo e con un arbitro (Bieri) incapace di fare le scelte giuste, avrebbe potuto facilmente sfuggire di mano. Invece, i ragazzi di Celestini hanno tenuto duro. Di più, hanno combattuto su ogni pallone, portandosi a casa un successo meritatissimo. Nel finale, poi, è successo di tutto: le panchine delle due squadre si sono scontrate, è volato qualche spintone. Per fortuna, Sabbatini e compagni non sono caduti in trappola e hanno mantenuto i nervi saldi. Doveva essere vittoria e vittoria è stata, per la gioia degli oltre 5.000 tifosi presenti. Una bella serata di calcio. Una serata da Lugano. Ora, non resta che tifare Basilea.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

  • 1
Ultime notizie: Calcio
  • 1