Il Lugano vola e anche lo speaker del Letzi fa gli auguri per il PSE

calcio

Croci-Torti: «Assieme ai miei giocatori siamo riusciti a generare entusiasmo attorno alla società»

Il Lugano vola e anche lo speaker del Letzi fa gli auguri per il PSE
L’allenatore del Lugano Mattia Croci-Torti. ©KEYSTONE/Michael Buholzer

Il Lugano vola e anche lo speaker del Letzi fa gli auguri per il PSE

L’allenatore del Lugano Mattia Croci-Torti. ©KEYSTONE/Michael Buholzer

Il Lugano non vuole porsi limiti. Vince di nuovo. Per la quarta volta consecutiva in campionato. Volando provvisoriamente al secondo posto in classifica e incassando altri, meritati applausi. Ad arrendersi, a questo giro, è lo spigoloso e intraprendente Grasshopper. Che al Letzigrund, bisogna ammetterlo, insinua più di un dubbio nella testa dei bianconeri. Bene, bravi. Ma è troppo poco. Non basta per scalfire e far ruzzolare la squadra di Mattia Croci-Torti. Matura come non mai e capace di emergere alla distanza. Sì, grazie a un secondo tempo imperiale, a tratti dominato e coinciso con il gol partita di Olivier Custodio. Il successo di Zurigo ha proprio il volto del centrocampista vodese. Sacrificato, inizialmente, dal «Crus», che nel campo delle cavallette ritiene utile e stuzzicante puntare...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Calcio
  • 1
  • 2

    Nessuno ha pochi rigori come il Lugano

    Calcio

    Dal 2018-19 in avanti, in Super League, i bianconeri si sono presentati sul dischetto ogni 667 minuti – Lo Young Boys, primo in questa speciale classifica, ogni 354 minuti – Tra una settimana intanto riparte il campionato: facciamo il punto della situazione

  • 3
  • 4
  • 5

    Stelle di un altro firmamento

    Calcio

    A fine marzo il «Clasico» femminile tra Barcellona e Real Madrid potrebbe spingere al Camp Nou più di 70.000 spettatori: un record a livello di club - Al di là della simbolicità di alcune iniziative, il divario con i colleghi rimane enorme - Formazione, professionalizzazione, salari e visibilità: le sfide della crescita

  • 1
  • 1