Calcio femminile

Il Mondiale chiama e l’Italia risponde

Le azzurre battono 2 a 1 l’Australia in un match da cardiopalma: decisiva la doppietta di Bonansea

Il Mondiale chiama e l’Italia risponde

Il Mondiale chiama e l’Italia risponde

PARIGI - Partita da cardiopalma a Valenciennes per l’esordio dell’Italia femminile ai Mondiali di Francia. Le azzurre guidate da Sara Gama trionfano contro l’Australia della potente Samantha Kerr, giocatrice dei Chicago Red Stars e vincitrice per due edizioni di seguito del premio di miglior giocatrice della NWSL. Se alla vigilia di questa gara l’Australia veniva vista come una delle favorite per la vittoria finale e l’Italia come una possibile outsider, oggi il campo ha detto altro. All’inizio della partita la fortuna non ha strizzato l’occhio alle ragazze del ct Bartolini, è infatti la corazzata australiana ad aprire le marcature con un rigore, ben intercettato da Giuliano, ma la ribattuta favorisce Kerr che insacca senza tanti complimenti. L’Italia patisce un po’ la forza fisica e l’intensità di gioco dell’Australia, ma l’ossatura quasi completamente bianconera non demorde, 15 minuti di intervallo per riordinare le idee ed ecco il pareggio di Bonansea all’11esimo della ripresa. All’81esimo il grande rimpianto italiano: il fuorigioco di Sabatino, sancito anche dal Var, annulla il raddoppio alle azzurre. Bertolini aveva appena finito di dire che «anche un pareggio contro l’Australia sarebbe stato come una vittoria», ed ecco che accade l’impensabile: 95esimo, cross su punizione di Cerniola, a vuoto il portiere australiano, sbuca dalla mischia la solita Bonansea e insacca di testa il vantaggio azzurro. Una sconfitta pesantissima per la grande Australia e una vittoria di cuore per l’Italia e il calcio femminile, che ancora una volta ha dimostrato quanto vale. Un monito che suona come un punto di non ritorno, perché alla fine quelle «handicappate» (citando una clamorosa gaffe dell’ex presidente della Figc Carlo Tavecchio) a calcio non giocano poi così male. Tutt’altro.

Formazioni

AUSTRALIA (4-1-4-1): Williams; Carpenter, Polkinghorne, Kennedy, Catley; Van Egmond; Raso, Yallop, Foord, Logarzo; Kerr. Ct Milicic

ITALIA (4-3-1-2): Giuliani; Bergamaschi, Gama, Linari, Guagni; Cernoia, Giugliano, Galli; Girelli; Bonansea, Mauro. Ct Bertolini

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

  • 1
Ultime notizie: Calcio
  • 1