CALCIO

Il terzo posto se n’è andato, «ma siamo lì»

Il Lugano strappa un pareggio sofferto allo Xamax – Celestini: «Il grande sogno è ancora vivo»

Il terzo posto se n’è andato, «ma siamo lì»
Lavanchy prova ad evitare Ramizi. Il Lugano però non è riuscito ad andare oltre il pareggio, alla Maladière. (Foto Keystone)

Il terzo posto se n’è andato, «ma siamo lì»

Lavanchy prova ad evitare Ramizi. Il Lugano però non è riuscito ad andare oltre il pareggio, alla Maladière. (Foto Keystone)

NEUCHÂTEL (dal nostro inviato) - A fine partita, nella pancia della Maladière i volti dei giocatori bianconeri sono tiratissimi. Sfilano Maric, Bottani, Mihajlovic, Baumann e tutti gli altri. Le espressioni sono di resa e sconforto. Maledetto Xamax, viene da dire. «Eppure avrei firmato per il pareggio» afferma un Angelo Renzetti in versione bicchiere mezzo pieno. Il presidente abbraccia...

©CdT.ch - Riproduzione riservata

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

In questo articolo:

Articoli suggeriti
Ultime notizie: Calcio
  • 1