Koulibaly: «Mondiali ogni due anni? Sarebbe un bene per l’Africa»

calcio

Il difensore del Napoli, capitano del Senegal, sposa la proposta della FIFA e afferma: «Credo che il calendario non ne soffrirebbe»

Koulibaly: «Mondiali ogni due anni? Sarebbe un bene per l’Africa»
© Shutterstock

Koulibaly: «Mondiali ogni due anni? Sarebbe un bene per l’Africa»

© Shutterstock

I Mondiali ogni due anni o, se preferite, i tanti impegni cui sono sottoposti i calciatori continuano a far discutere. Il portiere del Belgio, Thibaut Courtois, a margine della Nations League ha fatto capire di non gradire un calendario così fitto.

Tuttavia, c’è anche chi vede opportunità e non insidie. Kalidou Koulibaly, capitano del Senegal nonché difensore del Napoli, è convinto: Mondiali ogni due anni significa maggiori possibilità per le squadre africane.

«Se penso al numero di squadre africane ammesse alla fase finale – dice Koulibaly – dico che è qualcosa di positivo». Al momento, soltanto cinque nazionali del continente africano possono accedere al Mondiale. Con l’allargamento a 48 squadre, previsto per il 2026, questo numero passerà a 9. «Avere un Mondiale ogni due anni eliminerebbe anche le amichevoli e, inoltre, non credo avrebbe ripercussioni sul calendario. Si infilerebbe bene. La realtà è che noi giochiamo troppe partite. Con l’aiuto della FIFA ne giocheremmo di meno». La palla, ribadisce Koulibaly, dovrebbe comunque rimanere nelle mani (anzi, bei piedi) di giocatori e allenatori. «Spetta a noi decidere».

L’idea di aumentare la frequenza con cui si disputano i Mondiali, va da sé, non fa l’unanimità. L’UEFA, ad esempio, non è sulla stessa linea della FIFA. All’interno della Confederazione europea, però, ci sono diverse singole federazioni favorevoli. Come quella francese, che per voce del presidente Noël Le Graët dice di non essere contraria alla proposta.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Calcio
  • 1

    Un piccolo Dudic

    la giornata

    Gli arbitri sono sotto pressione e a volte messi in castigo dai propri superiori

  • 2

    Prospettiva che cambia

    Vietato ai minori

    Portieri rigoristi e bomber improvvisati in area avversaria sono entrati nella storia del calcio

  • 3

    Il tocco decisivo è del portiere

    Calcio regionale

    Il Paradiso agguanta il pari contro il Linth grazie alla rete del suo estremo difensore Alessio Bellante, rapace nell’area di rigore avversaria - «Prima della partita avevo visto il gol del mio collega Alisson su YouTube e sognavo di trovarmi nei suoi panni» dice il protagonista del fine settimana

  • 4
  • 5
  • 1
  • 1