Kubi e un rigore che dopo 25 anni fa ancora sognare

Calcio

Questa sera scatta Euro 2020: chiusura l’11 luglio, con la finalissima a Wembley - Nello storico stadio londinese, Türkyilmaz fu protagonista di un match iconico della Nazionale - L’ex attaccante rossocrociato è tornato sul dischetto per rivivere quelle emozioni - GUARDA IL VIDEO

Kubi e un rigore che dopo 25 anni fa ancora sognare
8 giugno 1996: Kubilay Türkyilmaz realizza il rigore che regala alla Svizzera un prezioso pareggio contro l’Inghilterra. ©EPA/Gerry Penni

Kubi e un rigore che dopo 25 anni fa ancora sognare

8 giugno 1996: Kubilay Türkyilmaz realizza il rigore che regala alla Svizzera un prezioso pareggio contro l’Inghilterra. ©EPA/Gerry Penni

A proposito di simboli e demolizioni. Anche il mondo del pallone ha conosciuto delle calamite. Potentissime. E nel giorno che dà i natali a Euro 2020, una di queste è in grado di avvicinare, lungo la linea del tempo, due punti distanti ben 25 anni. Ci troviamo a Londra, Wembley per la precisione. «È la cattedrale, la capitale e il cuore del calcio» disse Pelé di questo stadio, abbattuto, ricostruito e l’11 luglio prossimo teatro della finalissima. Dettaglio: O Rei pronunciò queste parole senza avervi mai giocato. L’8 giugno del 1996, Kubilay Türkyilmaz quel tempio ebbe invece il coraggio di profanarlo. Ammutolendo 65.000 inglesi e facendo godere 10.000 svizzeri. Sono trascorsi esattamente 25 anni, appunto, dall’esordio folgorante dei rossocrociati al primo Europeo della propria storia. Il proemio...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Calcio
  • 1
  • 2
  • 3

    In Seconda fa festa l’Ascona

    calcio regionale

    La squadra di Dos Santos perde la partita di cartello contro il Castello ma in virtù della classifica «fair play» è prima «Ringrazio i miei ragazzi per questo percorso straordinario» - Dalla Terza promosse Collina d’Oro e Solduno, continua la sua scalata il Locarno

  • 4
  • 5

    Tra delusioni e conferme, le «big» fanno discutere

    Euro 2020

    Spagna e Croazia fin qui non hanno convinto, faticando più del previsto nei primi due match della fase a gironi - Tra le favorite si sono ben comportate Belgio, Italia e Olanda, capaci di qualificarsi per gli ottavi inanellando soltanto vittorie

  • 1
  • 1