L’amarezza di Fulvio Biancardi

Calcio regionale

Il presidente della Federazione ticinese di calcio si è espresso sulla rissa di sabato sera tra i giocatori del Semine e quelli del Locarno - «Dico soltanto che non sono sorpreso»

L’amarezza di Fulvio Biancardi
© CdT/Archivio

L’amarezza di Fulvio Biancardi

© CdT/Archivio

A seguito dell’interruzione della partita di sabato sera tra l’US Semine e il FC Locarno si è espresso anche Fulvio Biancardi. Il presidente della Federazione ticinese di calcio, in un’intervista rilasciata all’Eco dello Sport, ha detto di non essere per nulla sorpreso da quanto accaduto. «Purtroppo era il trend di questi ultimi tempi: avevamo già notato nelle scorse settimane un aumento dell’aggressività. Stiamo cercando di combattere questo triste fenomeno ma ci rendiamo conto che non è assolutamente facile».

Il numero uno della FTC ha anche voluto prendere le difese del direttore di gara aggiungendo che «l’arbitro questa volta è stato molto bravo. Ha diretto la partita in modo egregio e alla fine non ha potuto fare altro che sospenderla. Spiace che il Locarno abbia inoltrato protesto motivandolo con il fatto che l’arbitro non avrebbe dovuto sospendere la gara. Peccato che si voglia sempre mettere in mezzo i direttori di gara anche quando non c’entrano nulla».

Biancardi si è poi detto «molto dispiaciuto, anche perché il Locarno è una società gloriosa che ambisce giustamente a tornare a certi livelli. Capisco che gli avversari vogliano vincere contro una squadra del genere ma bisogna sempre cercare di tenere i giusti atteggiamenti da entrambe le parti. Con questo non voglio dare la colpa a nessuno in particolare».

Sulle dinamiche dell’accaduto il presidente della FTC ha detto di aspettare il referto dell’arbitro ed eventuali testimonianze dei presenti sottolineando altresì come, ad ogni modo, in queste situazioni la colpa non è mai di una parte soltanto. Chi è provocato reagisce, capita spesso così. E così finiscono per aver torto tutti. Per litigare bisogna essere in due».

Biancardi ha infine chiarito che, in quanto sospesa per motivi disciplinari, la partita non potrà essere ripetuta. Il dossier passerà ora nelle mani della Federazione al fine di valutare quali provvedimenti prendere. «La cosa positiva - ha infine chiosato il presidente - è che l’arbitro non è stato toccato e dunque il caso non finirà a Berna».

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Calcio
  • 1
  • 2

    Sanzionata la Football Association

    Calcio

    L’Inghilterra dovrà giocare un incontro a porte chiuse per gli incidenti causati dai tifosi l’11 luglio scorso, il giorno della finale di Euro 2020

  • 3
  • 4

    Olanda, crolla parte della tribuna di uno stadio

    tragedia sfiorata

    È successo alla fine della partita di Eredivisie (la serie A olandese) tra NEC Nimègue e Vitesse Arnhem: fortunatamente non ci sono stati feriti, un container posto sotto la tribuna ha evitato che cedesse del tutto

  • 5

    Il ritorno sulla terra e l’ossessione zurighese

    Calcio

    La prima sconfitta dell’era Croci-Torti non va ingigantita perché maturata contro un avversario di spessore e in totale fiducia - Lo Zurigo, però, ha mostrato molto bene cosa manca oggi al Lugano

  • 1
  • 1