L’intoccabile Italia di Roberto Mancini

Calcio

In meno di tre anni il commissario tecnico degli Azzurri ha convocato la bellezza di 68 giocatori: Bearzot, in nove, si era fermato a 65 - Nonostante una selezione dalle porte girevoli, l’ex allenatore dell’Inter sfrutta la narrazione positiva dei media e i rapporti con i personaggi giusti

L’intoccabile Italia di Roberto Mancini
Roberto Mancini, 56 anni, guida la nazionale italiana dal maggio del 2018. © Epa/Vassil Donev

L’intoccabile Italia di Roberto Mancini

Roberto Mancini, 56 anni, guida la nazionale italiana dal maggio del 2018. © Epa/Vassil Donev

Nell’Italia di Roberto Mancini c’è posto per tutti: in meno di 3 anni sulla panchina degli azzurri l’ex allenatore di Inter e Manchester City ha fatto scendere in campo la bellezza di 68 giocatori, convocandone 76. In 9 anni, dal 1977 al 1986, da commissario tecnico unico Enzo Bearzot ne utilizzò in totale 65... Tornando al presente e all’immediato futuro, che per l’Italia significa Svizzera sia nel girone di Euro 2020 sia in quello di qualificazione mondiale, il confronto da fare è quello con la nazionale di Petkovic, che in quasi 7 anni di gestione ha fatto scendere in campo 63 giocatori. Insomma, selezione dalle porte girevoli contro club esclusivo in cui le partite vere le giocano sempre gli stessi. Mancini sta infatti spingendo perché le convocazioni per le fasi finali delle competizioni...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Calcio
  • 1

    Salah e i suoi fratelli in tempo di Ramadan

    Calcio

    I comportamenti dei calciatori islamici influenzano i giovani più delle parole degli imam - Il Milan è la squadra italiana con il maggior numero di osservanti stretti: Kessie, Bennacer e Calhanoglu

  • 2

    L’FC Lugano sorride, si torna a Cornaredo

    calcio

    Alla luce delle recenti decisioni del Consiglio federale lo stadio potrà di nuovo accogliere i tifosi (il limite è pari a 100) a partire dalla gara casalinga contro il San Gallo di mercoledì 21 aprile

  • 3
  • 4

    Renzetti e una Coppa sempre più maledetta

    Calcio

    Neanche quest’anno il presidente bianconero è riuscito a sollevare l’ambito trofeo - Tra sfortuna e imperizia gli ultimi tentativi sono spesso terminati con delle delusioni cocenti, e con la cessione del club sempre d’attualità, di chance potrebbero anche non essercene più

  • 5

    «Cento persone? Il vero problema è la prossima stagione»

    Calcio

    Il direttore del Football Club Lugano Michele Campana abbozza un sorriso dopo gli allentamenti annunciati dalla Confederazione ma preferisce guardare avanti: «Se non possiamo iniziare una campagna abbonamenti per il campionato che verrà rischiamo davvero di farci male»

  • 1
  • 1