La Germania piega il Portogallo

calcio

La selezione di Löw si riscatta e batte per 4-2 quella lusitana a Monaco

La Germania piega il Portogallo
©EPA/Hugo Delgado

La Germania piega il Portogallo

©EPA/Hugo Delgado

La Germania piega il Portogallo
©EPA/Christof Stache

La Germania piega il Portogallo

©EPA/Christof Stache

Che partita! La più bella (forse) vista sino a questo momento nell’edizione 202 dell’Euro. A Monaco è finita 2-4 tra Portogallo e Germania. Un sussulto d’orgoglio dopo l’opaca partita giocata, e persa per 1-0 (autogol di Hummels), contro la Francia all’esordio il 15 giugno. Il gruppo F è un girone di ferro, con la stessa Ungheria che non ha nessuna intenzione da fare da materasso.

Si attendeva una risposta dalla Germania e la Germania ha risposto, reagendo al gol d’apertura del Portogallo contro l’andamento della partita. Infatti, gli uomini di Löw per un quarto d’ora pieno sono rimasti praticamente sempre nell’area davanti al portiere Patricio. Poi, il gol di Cristiano Ronaldo, nell’unica azione in disimpegno dei lusitani. Ma questa volta la Germania non ha mollato e anche fisicamente ha messo in difficoltà i portoghesi, mettendo il bavaglio a C7. Tatticamente ben disposta dal 61.enne tecnico, la selezione tedesca ha messo in mostra un gioco frizzante e soprattutto solido. Ma i lusitani ci hanno messo del loro, in particolare in occasione delle due autoreti che hanno capovolto il risultato in favore della Germania. Che poi è dilagata e non ha avuto paura nemmeno del parziale (e poi risultato finale) 4-2 di Jota. Adesso per il Portogallo, la strada si fa in salita.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Calcio
  • 1
  • 1