Ligue 1, una follia senza fine

Calcio

L’ennesimo episodio da condannare registrato nel massimo campionato francese, già il nono da inizio stagione, fa impazzare le polemiche - Il giornalista sportivo di «La Provence», Fabrice Lamperti: «Sanzioni blande e regolamenti facilmente aggirabili non stanno sortendo gli effetti sperati»

Ligue 1, una follia senza fine
La sfida tra il Lione di Shaqiri e l’Olympique Marsiglia è stata sospesa dopo 4’, poiché il capitano dell’OM Dimitri Payet è stato colpito da una bottiglietta. © Reuters/Norbert Scanella

Ligue 1, una follia senza fine

La sfida tra il Lione di Shaqiri e l’Olympique Marsiglia è stata sospesa dopo 4’, poiché il capitano dell’OM Dimitri Payet è stato colpito da una bottiglietta. © Reuters/Norbert Scanella

Ci risiamo. Il calcio francese si è fermato, di nuovo. Questa volta a Lione, dove la sfida di cartello della 14. giornata di Ligue 1 tra il locale Olympique di Xherdan Shaqiri e quello di Marsiglia è durata appena quattro minuti, prima di essere sospesa. Il motivo? Una bottiglia di plastica scagliata da un supporter locale in direzione del capitano dell’OM, Dimitri Payet, colpito sulla nuca. L’ennesimo episodio da condannare in una stagione fin qui nera, anzi nerissima, per la massima lega transalpina.

Dagli sfottò alla bottiglietta

Per la precisione il nono dall’inizio del campionato, il quinto in qualche modo legato al Marsiglia. In tre occasioni, sfida di domenica inclusa, un giocatore degli Olympiens è stato colpito da una bottiglia scagliata dal pubblico. «L’atmosfera al Groupama Stadium...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Calcio
  • 1
  • 1