Lo stadio di San Siro può essere abbattuto

milano

Il ministero dei Beni culturali ha risposto al Comune, che aveva chiesto di verificare se ci fosse «un interesse culturale» - La decisione spiana la strada all’accordo tra Milan, Inter e l’amministrazione comunale per la realizzazione del nuovo impianto sportivo

Lo stadio di San Siro può essere abbattuto
© Emilio Andreoli, UEFA via AP

Lo stadio di San Siro può essere abbattuto

© Emilio Andreoli, UEFA via AP

Lo stadio di San Siro «non presenta interesse culturale e come tale è escluso dalle disposizioni di tutela». Così il ministero dei Beni culturali, attraverso la commissione regionale per il patrimonio culturale della Lombardia, ha risposto al Comune di Milano che il 13 novembre dello scorso anno aveva chiesto di verificare se sullo stadio cittadino esiste un interesse culturale, vista la possibilità di abbattimento legata al progetto del nuovo stadio di Inter e Milan.

Per la Soprintendenza San Siro non ha interesse culturale e quindi potrebbe essere abbattuto. Infatti secondo quanto si legge nel documento «le persistenze dello stadio originario del 1925-'26 e dell'ampliamento del 1937-'39 risultano del tutto residuali rispetto ai successivi interventi di adeguamento e ampliamento, realizzati nella seconda metà del Novecento e pertanto non sottoposti alle disposizioni, perché non risalenti ad oltre settanta anni».

Inoltre «le stratificazioni, gli adeguamenti e ampliamenti fanno dello stadio un'opera connotata dagli interventi del 1953-'55, oltre a quelli del 1989-'90, nonché dalle opere successive al Duemila, ovvero un'architettura soggetta a una continua trasformazione in base alle esigenze legate alla pubblica fruizione e sicurezza e ai diversi adeguamenti normativi propri della destinazione ad arena calcistica e di pubblico spettacolo».

La decisione spiana la strada all’accordo tra i due club e l’amministrazione comunale per la realizzazione del nuovo stadio e la trasformazione del quartiere. Il sindaco ha ottenuto di «salvare» una parte del vecchio san Siro (una curva e parte di una tribuna) giusto come simbolo storico dell’impianto che ha visto Milan e Inter conquistare dieci Coppe dei Campioni. L’area su cui ora sorge il campo di gioco diventerà un parco/centro sportivo aperto al pubblico, mentre attorno l’area verrà trasformato ospitando un albergo, un centro commerciale e spazi ricreativi.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Calcio
  • 1

    Il Basilea eliminato dall’Europa League

    Calcio

    I renani dominati sul piano del gioco e logicamente battuti dallo Shakhtar Donetsk (4-1) nel quarto di Gelsenkirchen: gli ucraini sfideranno l’Inter in semifinale

  • 2
  • 3

    Il piano d’emergenza dell’UEFA, tra diktat e campi neutri

    Calcio

    Nyon e le 55 federazioni hanno varato un severo protocollo per permettere lo svolgimento delle coppe europee - In caso di contagi in squadra bastano 13 giocatori sul foglio partita - Corridoi d’emergenza in Polonia, Ungheria, Grecia e Cipro

  • 4

    Vaduz in paradiso, Thun retrocesso

    Calcio

    Non basta il successo per 4-3 dei bernesi - In virtù del 2-0 della gara d’andata gli uomini di Frick conquistano la promozione in Super League

  • 5

    «O in più di mille, o ci schiantiamo»

    L’ultimo appello

    Claudius Schäfer e Denis Vaucher chiedono al Governo di salvare lo sport professionistico - Il CEO della Swiss Football League: «Abbiamo più esperienza e diamo grande peso ai nuovi piani di protezione» - «Se non si alza il limite degli spettatori dovremo riflettere a un possibile lockout» avvisa il direttore della Lega hockey

  • 1
  • 1