Lo Young Boys passa a Cornaredo

Calcio

Seconda sconfitta stagionale per il Lugano di Maurizio Jacobacci, che contro la capolista si arrende alla distanza – Decisive le reti di Fassnacht e Nsamé

 Lo Young Boys passa a Cornaredo
©KEYSTONE/Ti-Press/Samuel Golay

Lo Young Boys passa a Cornaredo

©KEYSTONE/Ti-Press/Samuel Golay

Inseguiva il secondo posto, il Lugano di Maurizio Jacobacci. E invece, a Cornaredo contro la capolista Young Boys, è arrivata la seconda sconfitta stagionale. Un k.o. che lascia dei rimpianti, perché Sabbatini e compagni hanno dimostrato per lunghi tratti di potersela giocare alla pari contro la corazzata giallonera. Gli ospiti però, alla lunga hanno fatto valere la maggiore esperienza e soprattutto più concretezza sotto porta, colpendo nei momenti topici del confronto. Di seguito la cronaca del match.


Primo tempo:

Pronti via e il Lugano si crea subito un’occasione con un colpo di testa di Covilo, finito però abbondantemente a lato (3’). Lo Young Boys risponde e si fa vedere per la prima volta in grande pressing attorno al decimo minuto, quando Baumann rischia con un disimpegno da brivido che per fortuna viene soltanto parzialmente deviato da Elia. La prima vera chance di un certo spessore se la crea però nuovamente Covilo, che al 12’ sugli sviluppi di un calcio d’angolo colpisce male a due passi dalla linea, permettendo a Camara di spazzare prima che il pallone potesse raggiungere la porta bernese. Il Lugano si fa apprezzare più degli ospiti e al 23’ torna nuovamente dalle parti di von Ballmoos. Bottani si invola sulla fascia sinistra e confeziona un assist al bacio per Guerrero, che però a tu per tu con il portiere giallonero si fa ipnotizzare, concludendogli addosso. Da lì in poi le due squadre – che vantano le migliori difese del campionato – tornano a chiudere praticamente ogni varco, fermando prima dell’ultimo passaggio diverse trame interessanti. C’è però tempo per un’ultima puntata offensiva degli uomini di Jacobacci, che al 38’ ripartono velocemente con Bottani in un’azione promettente, che però termina poco prima dell’area di rigore avversaria. Il numero dieci bianconero si accascia infatti a terra apparentemente dolorante - come peraltro già accaduto in un paio d’occasioni durante i primi quarantacinque minuti – senza riuscire a concludere. È l’ultimo sussulto prima della pausa.

Secondo tempo:

La ripresa si apre con un Young Boys leggermente più offensivo, che approfitta di una decina di minuti di maggiore supremazia territoriale per sbloccare la contesa al 55’. Sulejmani pesca Fassnacht in area di rigore con un assist al bacio e il nazionale elvetico si fa trovare pronto tra Maric e Daprelà, deviando in maniera decisiva. Il Lugano incassa il colpo e reagisce subito, creandosi due ottime occasioni con Gerndt e soprattutto Bottani, la cui conclusione è però rimpallata da Von Ballmoos (58’). Tre minuti più tardi è ancora il numero dieci bianconero a trovarsi a tu per tu con l’estremo difensore giallonero, sparando però malamente a lato un pallone che sembrava già dentro. Una chance che risveglia lo Young Boys dal suo torpore, con gli ospiti che tornano a farsi vedere dalle parti di Baumann con un colpo di testa di Nsamé che scheggia la traversa (63’). Gli uomini di Jacobacci però non si arrendono e anche con l’inserimento del debuttante Abubakar (73’) provano a impattare la sfida, ma al 75’ è di nuovo lo Young Boys ad andare a segno. Incursione sulla fascia destra di Elia che pesca tutto solo Nsamé al centro dell’area di rigore, con il capocannoniere dello scorso campionato che da due passi non sbaglia. Il raddoppio dei gialloneri taglia definitivamente le gambe a Sabbatini e compagni, che da lì in poi – nonostante numerosi cambi nel finale – non riescono più a rendersi veramente pericolosi dalle parti di von Ballmoos, se non negli ultimi scampoli di confronto, mossi dalla disperazione. Dopo i recuperi contro Sion e Young Boys, i bianconeri torneranno in campo questa domenica a San Gallo, nell’anticipo della diciannovesima giornata.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Calcio
  • 1
  • 2

    Difesa in emergenza, ma obiettivo tre punti

    Calcio

    Per la sfida di domenica contro il Losanna, mister Jacobacci deve rinunciare a Maric, Guerrero e Kecskés - «Un’intera settimana di lavoro ci ha però fatto bene» sottolinea il tecnico del Lugano

  • 3

    Lo Ziegler d’America: «Caro Lugano, possiamo fare bene»

    Calcio

    Il neoacquisto dei bianconeri, reduce dall’esperienza nella Major League Soccer, affronta di petto gli scettici: «I miei 35 anni? Sono solo un numero, dentro di me c’è un fuoco che arde e nel Lugano ho trovato una squadra ambiziosa» - «La passione a Dallas è incredibile, ma il 2020 è stato difficile: per il ginocchio a terra durante l’inno abbiamo ricevuto tanti fischi»

  • 4

    Lo Young Boys firma l’impresa

    Calcio

    I gialloneri hanno eliminato il Bayer Leverkusen nei sedicesimi di finale di Europa League - Nella gara di ritorno, in Germania, è finita 0-2 con reti di Siebatcheu e Fassnacht

  • 5

    Ma alla fine quanto vale Lionel Messi?

    Calcio

    Le rivelazioni sul contratto monstre dell’argentino, 555 milioni di euro lordi in quattro stagioni, hanno suscitato scalpore e indignazione - «Grazie al giocatore il Barcellona ha visto crescere il fatturato da 140 a 800 milioni, ecco perché lo stipendio è legittimo» replica l’esperto Marco Bellinazzo

  • 1
  • 1