Lugano, Chiasso e le panchine bollenti

Calcio

Fabio Celestini sta vivendo la sua ora più buia in bianconero mentre i rossoblù oggi annunceranno il cambio – «Il nostro tecnico? Gli ho parlato, la tendenza è quella di aspettare l’Europa League» afferma Angelo Renzetti

Lugano, Chiasso e le panchine bollenti
Angelo Renzetti e Fabio Celestini durante i festeggiamenti per il terzo posto dello scorso maggio. (Foto Zocchetti)

Lugano, Chiasso e le panchine bollenti

Angelo Renzetti e Fabio Celestini durante i festeggiamenti per il terzo posto dello scorso maggio. (Foto Zocchetti)

Lugano e Chiasso. Due club molto vicini, sebbene distanti. Entrambi stanno vivendo ore concitate. E complicate. A Cornaredo, dopo qualcosa come cinque sconfitte consecutive fra Super e Coppa, la parola crisi non è più sussurrata: viene urlata. A pagare, come vuole la tradizione, rischia di essere una volta ancora l’allenatore. Proprio lui, quel Fabio Celestini capace di condurre...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Calcio
  • 1
  • 1