Lugano, tutto pronto per la Renzexit?

Calcio

Già mercoledì la cordata anglo-scozzese interessata a rilevare il FC Lugano potrebbe concretizzare l’operazione finanziaria con il presidente – Il patron bianconero può chiamarsi fuori prima del versamento della cifra pattuita, ma dopo 4 mesi di trattative la controparte vuole chiudere

Lugano, tutto pronto per la Renzexit?
Angelo Renzetti è presidente del Lugano dal 2012. ©CdT/Chiara Zocchetti

Lugano, tutto pronto per la Renzexit?

Angelo Renzetti è presidente del Lugano dal 2012. ©CdT/Chiara Zocchetti

L’era di Angelo Renzetti alla testa del Football Club Lugano volge al tramonto? Possibile. Anzi, probabile. Almeno stando a quanto dichiarato a scadenze regolari dallo stesso patron bianconero e dagli ultimi spifferi giunti da Cornaredo. Da un crocevia all’altro, il numero uno della società aveva chiarito le proprie intenzioni già a fine giugno. Quando cioè era sfumato il passaggio di testimone nelle mani di Leonid Novoselskiy. «Sarebbe bello poter avere già una soluzione sul tavolo a dicembre» aveva precisato Renzetti solo poche ore dopo aver conservato il 60% del pacchetto azionario della SA.

Eccoci qui, dunque. Dicembre è arrivato. E sì, la cessione del Lugano sembrerebbe essere molto vicina. Questione di ore, stando alle voci di corridoio. Addirittura mercoledì, 4 del mese, potrebbe essere...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Calcio
  • 1
  • 2

    Il Lugano e quei gol in extremis: illusione o virtù?

    Calcio

    Domenica a Sion, per la quinta volta in stagione, la squadra di Maurizio Jacobacci ha trovato una rete decisiva oltre l’ottantesimo minuto, raddrizzando un match incanalatosi sui binari sbagliati - Un film già visto, che però inizia a sollevare anche qualche interrogativo in merito alla sua sostenibilità sul lungo periodo

  • 3

    I limiti del Lugano e di Jaccottet

    Kubilandia

    Kubilay Türkyilmaz torna sul pareggio di Sion, sottolineando l’importanza del terzo posto in classifica agguantato dai bianconeri ma pure le ombre della sfida andata in scena al Tourbillon

  • 4
  • 5
  • 1
  • 1