Lugano, una spina nel fianco, anzi due

Il commento

Scatta la nuova stagione dei bianconeri che devono provare a dare fastidio a tutti - Mister Jacobacci non può sbagliare l’esordio in Coppa, il presidente Renzetti ha gli occhi su di lui

Lugano, una spina nel fianco, anzi due
Presidente e allenatore. ©CdT/Chiara Zocchetti

Lugano, una spina nel fianco, anzi due

Presidente e allenatore. ©CdT/Chiara Zocchetti

Quando afferma che il Lugano ha tutte le carte in regola per fare bene, Maurizio Jacobacci ha ragione. Sì, Sabbatini e compagni possono, anzi devono provare a dare fastidio a tutti gli avversari. Una spina nel fianco, sia in campionato sia in Coppa. Certo, a Cornaredo - mezzi e budget alla mano - la salvezza quale obiettivo principe non passa mai di moda. La solidità e l’intraprendenza mostrate dopo il lockdown sono però segnali da cogliere. Fondamenta sulle quali costruire una stagione tutto fuorché anonima. Anche perché a differenza di quasi tutte le altre compagne di viaggio in Super League, il club bianconero è forse quello che ha vissuto meno movimenti in entrata e in uscita, stando inoltre alla larga da turbolenze di vario tipo. Certo, da qui a inizio ottobre - quando chiuderà la particolare...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Calcio
  • 1
  • 1