Lukaku e compagni multati per un party

Italia

I carabinieri sono intervenuti ieri sera in un albergo del centro di Milano per una presunta festa illegale, ma la società nerazzurra ridimensiona la gravità dell’episodio

Lukaku e compagni multati per un party
© AP/Luca Bruno

Lukaku e compagni multati per un party

© AP/Luca Bruno

Ora la partita è tra i carabinieri e l’Inter. I primi, intervenuti ieri sera in un albergo del centro di Milano, parlano di un party illegale organizzato per il compleanno di Romelo Lukaku, la società nerazzurra ridimensiona la gravità dell’episodio definendolo «una semplice cena dopo la partita con la Roma».

Tra gli invitati alla serata c’erano anche i calciatori Achraf Hakimi, Ivan Perisic e Ashley Young che, secondo quanto comunicato dalla società, non saranno puniti in alcun modo.

C’è una doppia versione anche sulla multa. I carabinieri dicono di aver sanzionato tutti (tra cui il direttore del ristorante dell’hotel che ha organizzato l’evento) per violazione delle norme anti-Covid, mentre la squadra dice che devono rispondere solo della violazione del coprifuoco.

I militari sono intervenuti attorno alle 3 della notte scorsa all’albergo «The Square Milano Duomo» in via Albricci, in pieno centro, su segnalazione di una persona, pare una influencer che era assieme al gruppo. L’ipotesi è che abbia chiesto l’intervento dei carabinieri come mossa di marketing, in modo da figurare tra gli invitati e aumentare la sua popolarità.

Il punto principale da chiarire riguarda proprio la natura dell’incontro: cena o festa di compleanno? L’Inter ha spiegato che, dopo la partita, Lukaku e alcuni suoi compagni sono andati a cena in albergo dove sono arrivati già a tarda notte (la partita è finita alle 22.45) e che alcuni hanno deciso di non dormire nella struttura ma di tornare a casa.

Lungo il tragitto, mentre raggiungevano le rispettive auto fuori dall’albergo, sono stati fermati e multati dai carabinieri. Si è parlato di festa di compleanno, continua la nota dell’Inter, perché Lukaku ha ricevuto un piccolo regalo da un partecipante alla cena che glielo ha consegnato in separata sede all’esterno, proprio mentre gli veniva rivolta la contestazione da parte dei militari.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Calcio
  • 1

    In Seconda fa festa l’Ascona

    calcio regionale

    La squadra di Dos Santos perde la partita di cartello contro il Castello ma in virtù della classifica «fair play» è prima «Ringrazio i miei ragazzi per questo percorso straordinario» - Dalla Terza promosse Collina d’Oro e Solduno, continua la sua scalata il Locarno

  • 2
  • 3

    Tra delusioni e conferme, le «big» fanno discutere

    Euro 2020

    Spagna e Croazia fin qui non hanno convinto, faticando più del previsto nei primi due match della fase a gironi - Tra le favorite si sono ben comportate Belgio, Italia e Olanda, capaci di qualificarsi per gli ottavi inanellando soltanto vittorie

  • 4
  • 5
  • 1
  • 1