Manita del Lugano al Concordia

Calcio

I bianconeri superano in scioltezza i sedicesimi di Coppa Svizzera: a Basilea finisce 5-0

Manita del Lugano al Concordia
Nessun problema per i bianconeri contro il Concordia. (Foto Keysotne)

Manita del Lugano al Concordia

Nessun problema per i bianconeri contro il Concordia. (Foto Keysotne)

Manita del Lugano al Concordia

Manita del Lugano al Concordia

Manita del Lugano al Concordia

Manita del Lugano al Concordia

Manita del Lugano al Concordia

Manita del Lugano al Concordia

Manita del Lugano al Concordia

Manita del Lugano al Concordia

Manita del Lugano al Concordia

Manita del Lugano al Concordia

BASILEA – Nessun problema. Anzi, il Lugano ha stravinto il suo trentaduesimo di Coppa Svizzera contro il Concordia. La squadra di Fabio Celestini ha superato l’ostacolo in assoluta scioltezza, rifilando un secco 5-0 alla formazione renana. Addio all’astinenza da gol e benvenuto passaggio del turno, quindi. Domenica, i bianconeri conosceranno il nome del loro prossimo avversario.

La differenza di ritmo e categoria – in campo – si è vista sin dalle primissime battute. Determinati, sportivamente cattivi e in palla, i bianconeri hanno concesso davvero pochissimo all’avversario. Soprattutto, hanno trovato a più riprese la conclusione. La prima rete è caduta al 21’, con Holender su rigore. D’altronde il gol era nell’aria, considerando le cinque occasioni prodotte dagli ospiti prima dell’episodio citato: una traversa scheggiata da Yao, una bomba da fuori di Aratore, un tiraccio di Holender da pochissimi passi, una bella conclusione dell’ungherese e una capocciata di Covilo. Trovato il vantaggio, il Lugano ha subito un leggerissimo contraccolpo (disattenzione su Pepsi, libero di calciare a rete) ma poi ha ripreso a macinare gioco e occasioni. Logico il raddoppio, con una ripartenza micidiale sull’asse Holender-Gerndt e tocco vincente dello svedese (30’). Gioco e gol: rieccoli i bianconeri, al netto di un Concordia parso (ovviamente) poca cosa.

Il canovaccio non è cambiato nella ripresa, tant’è vero che il Lugano ha trovato subito il punto del 3-0. Bellissimo dialogo fra Aratore e Dalmonte e gol dell’ex San Gallo. Tutto fuorché sazi, i bianconeri hanno firmato il poker al 66’ con Sulmoni. Non convocato nelle ultime due uscite in campionato, il difensore si è così tolto una bella soddisfazione. Ancora, i ticinesi hanno spinto alla ricerca di nuove realizzazioni. Una ricerca che ha dato i suoi frutti al 77’, con la doppietta personale di Holender e il punto del 5-0.

IL TABELLINO

Concordia-Lugano 0-5 (0-2)

Reti: 21’ Holender (rig.) 0-1, 30’ Gerndt 0-2, 49’ Aratore 0-3, 66’ Sulmoni 0-4, 77’ Holender 0-5.

Arbitro: Nicolas Jancevski.

Concordia: Sahin; Palmieri, Mandal, Rezai; Furler, Ardit Osmani (84’ Ilic), Kalayci, Pepsi, Bornhauser (83’ Matic); Ademi (76’ Mbida), Altin Osmani.

Lugano: Da Costa; Yao, Sulmoni, Daprelà, Obexer; Dalmonte, Lovric, Covilo, Aratore (69’ Guidotti); Gerndt, Holender.

Ammoniti: Covilo.

Note: Lugano senza Bottani, Vecsei, Crnigoj, Junior (infortunati) e Maric (a riposo).

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Calcio
  • 1
  • 1