Maradona: scontri tra polizia e folla davanti alla camera ardente

Buenos Aires

Inizialmente la famiglia ha deciso di non estendere l’orario per rendere omaggio al Pibe de oro scatenando l’ira delle persone in attesa - La possibilità di visita è poi stata prolungata fino alle 19

Maradona: scontri tra polizia e folla davanti alla camera ardente
©AP Photo/Mario Da Fina

Maradona: scontri tra polizia e folla davanti alla camera ardente

©AP Photo/Mario Da Fina

(Aggiornato alle 20.07) Alta tensione tra la polizia e la folla di gente in attesa di rendere l’estremo omaggio a Diego Maradona ad alcune centinaia di metri dalla Casa Rosada, dove è allestita la camera ardente. Lo riferisce il canale ‘all news’ TN. Dopo la decisione della famiglia di non estendere l’orario oltre le 16 (le 20 ora svizzera), la polizia ha tagliato all’altezza delle Avenida 9 de Julio ed Avenida de Mayo la lunga fila scatenando l’ira delle persone in attesa che hanno reagito attaccando gli agenti con il lancio di oggetti e rovesciando le barriere metalliche. La polizia ha risposto con idranti, sfollagente e fucili con proiettili di gomma.

La camera ardente per Diego Armando Maradona è stata successivamente estesa fino alle 19 locali (le 23 in Svizzera) per permettere alla folla ancora in fila di entrare nella Casa Rosada per poter rivolgere l’ultimo saluto al campione argentino. Lo ha annunciato la presidenza argentina in una nota. Inizialmente, la camera ardente doveva restare aperta solo fino alle ore 16.

Successivamente, il corteo funebre con la salma di Maradona partirà dalla Casa Rosada e percorrerà la strada Avenida 9 de Julio, permettendo alle persone che non sono riuscite a entrare nella camera ardente di salutare il ‘Diez’. Maradona sarà inumato oggi nel cimitero ‘Jardin de Bella Vista’, dove riposano sua madre e suo padre.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Calcio
  • 1
  • 1