Muore a 72 anni Ezio Vendrame, il George Best italiano

Calcio

Decine sono gli episodi, alcuni tragicomici, che contraddistinguono la carriera del calciatore di Treviso che negli anni si era dedicato anche alla scrittura

Muore a 72 anni Ezio Vendrame, il George Best italiano
Wikipedia

Muore a 72 anni Ezio Vendrame, il George Best italiano

Wikipedia

È morto questa mattina a Treviso Ezio Vendrame, 72 anni, ex calciatore di Vicenza, Napoli, Padova e Udinese. Era stato anche allenatore di Pordenone e Venezia. Vendrame era considerato il George Best italiano, genio e sregolatezza. La sua scomparsa non sarebbe legata, secondo le prime informazioni, al coronavirus. Vendrame aveva esordito in serie A nel 1971 con il Lanerossi Vicenza dove per tre anni fu l’idolo assoluto. Dopo una breve parentesi al Napoli di Luis Vinicio, che lo ha sempre lasciato ai margini, approdò al Padova in serie C, dove rimase due stagioni. Decine sono gli episodi, alcuni tragicomici, che contraddistinguono la sua carriera di calciatore. Quella di allenatore si interruppe, invece, dopo molti successi, di fronte all’invadenza dei genitori dei baby calciatori: «Allenerei solo una squadra di orfani», fu il suo famoso commiato alla panchina.

Ritiratosi a vita privata nella campagna friulana, dedicandosi ai suoi hobby (tra cui suonare la chitarra e scrivere poesie), ha pubblicato alcuni libri nell’ultimo decennio in cui raccoglie le sue esperienze di vita e di calciatore (fra i quali «Se mi mandi in tribuna godo»), nel quale ricorda fra i suoi pochi rammarichi, il tunnel fatto al suo idolo, Gianni Rivera, quasi come una mancanza di rispetto verso il grande campione del Milan.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Calcio
  • 1
  • 1