Nicola Bignotti nominato amministratore unico del FC Chiasso

calcio

L’assemblea degli azionisti ha provveduto ad assegnare l’incarico dopo le dimissioni di Maurzio Cattaneo e di Andrey Ukrainets - Quest’ultimo resterà azionista

Nicola Bignotti nominato amministratore unico del FC Chiasso

Nicola Bignotti nominato amministratore unico del FC Chiasso

CHIASSO (aggiornato alle 18.24) - L’FC Chiasso 2005 comunica che in data odierna, a seguito delle dimissioni di Maurizio Cattaneo e di Andrey Ukrainets, rispettivamente presidente e vicepresidente della società, l’Assemblea degli azionisti ha nominato Nicola Bignotti, già direttore generale e membro del Cda quale amministratore unico.

«Gli azionisti - si legge nel comunicato - ringraziano i membri uscenti ed in particolare Maurizio Cattaneo per l’impegno e la passione dimostrate nei confronti del club rossoblù». Ukrainets continuerà ad essere azionista di riferimento della società garantendo il proprio impegno finanziario e operativo.

Dal canto suo in una lettera rivolta ai rossoblù e ai media, l’ex presidente Cattaneo ha puntualizzato di aver preso la decisione di abbandonare la carica a malincuore, ma non intende abbandonare club: il suo desiderio è di poter proseguire il suo operato fungendo da collante tra la Prima squadra e il Settore giovanile: «Le ragioni principali - recita il comunicato - sono da ricondurre in particolare a miei problemi professionali in quanto titolare di una società fiduciaria: purtroppo anche in questo campo diciamo che sono veramente tempi duri. Posso assicurare che l’impegno assunto 15 mesi orsono mi è costato un sacco d’energia psico-fisica, in particolare in quest’ultimo periodo che ci ha comunque visti mantenere la categoria alla quale ormai apparteniamo per tradizione. Ribadisco quanto ho già avuto modo di dire, ovvero che quello che in tanti definiscono un “piccolo miracolo” in realtà è frutto di un importante lavoro di squadra, dietro alle quinte e senza tanti proclami. In questo senso desidero in particolare ringraziare tutti i miei più stretti collaboratori e volontari per il lavoro svolto sempre con passione, nonostante le mille difficoltà di tutti i giorni. Non ho comunque intenzione di abbandonare la Famiglia Rossoblù garantendo fin d’ora il mio supporto volontario nella misura in cui il mio tempo libero me lo consentirà. In particolare, il mio desiderio è quello di poter fungere da collante tra la Prima squadra e il nostro Settore giovanile, con l’obiettivo di rilanciare il Gruppo di Sostegno, detto “Amici Rossoblù”, in modo da poter fornire un aiuto materiale e finanziario a tutta la Famiglia Rossoblù. In questo senso rivolgo fin d’ora un accorato appello a Tutti a volermi sostenere in quest’opera necessaria alfine di garantire la continuità nel tempo del nostro “antico” Club che rappresenta da anni un’intera Regione».

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Calcio
  • 1
  • 1