Renzetti: «Baumann non si è comportato bene»

Le reazioni

Il presidente del Lugano punta il dito contro il suo portiere ma ammette: «Ci manca una punta là davanti»

Renzetti: «Baumann non si è comportato bene»
Tutto lo sconforto del presidente Angelo Renzetti. CdT/Chiara Zocchetti

Renzetti: «Baumann non si è comportato bene»

Tutto lo sconforto del presidente Angelo Renzetti. CdT/Chiara Zocchetti

L’illusione, con quella magia di Bottani. Poi la dura realtà. Anzi, durissima. Due minuti di follia, fra errori individuali (Baumann) e paura generale. E il pomeriggio del Lugano ha assunto tinte terrificanti. Da film horror. Peccato, davvero. Anche perché, per dirla con Maurizio Jacobacci, «eravamo in partita e avremmo dovuto chiudere il primo tempo con almeno due reti di vantaggio»....

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Calcio
  • 1

    Ransford Selasi, i suoi maestri e il Lugano

    Calcio

    Il centrocampista ghanese, arrivato in prestito dalla Juventus Under 23, si racconta: da Oddo a Cosmi, passando per Zeman e Liverani, senza dimenticare il suo Paese d’origine

  • 2

    Champions: la Juve cade a Lione

    Calcio

    La squadra di Sarri sconfitta 1-0 nell’andata degli ottavi – Nell’altro match in programma colpo del Manchester City vittorioso per 2-1 a Madrid contro il Real - LE FOTO

  • 3

    Vladimir Petkovic: «A Pierluigi Tami dico grazie»

    Calcio

    Il commissario tecnico della Svizzera a ruota libera, dal rinnovo contrattuale fino al 2022 all’intesa con il direttore delle squadre nazionali passando per l’ipotesi, un domani, di vincere un grande evento

  • 4
  • 5

    Vladimir Petkovic e la Svizzera avanti anche dopo Euro 2020

    Calcio

    Il commissario tecnico rimarrà sulla panchina della nazionale rossocrociata: il nuovo contratto avrà una durata biennale - «In passato ho avuto dei dubbi, ma negli ultimi mesi ho capito che il mio posto era qui, alla guida di questa squadra»

  • 1
  • 1