Renzetti: «Baumann non si è comportato bene»

Le reazioni

Il presidente del Lugano punta il dito contro il suo portiere ma ammette: «Ci manca una punta là davanti»

Renzetti: «Baumann non si è comportato bene»
Tutto lo sconforto del presidente Angelo Renzetti. CdT/Chiara Zocchetti

Renzetti: «Baumann non si è comportato bene»

Tutto lo sconforto del presidente Angelo Renzetti. CdT/Chiara Zocchetti

L’illusione, con quella magia di Bottani. Poi la dura realtà. Anzi, durissima. Due minuti di follia, fra errori individuali (Baumann) e paura generale. E il pomeriggio del Lugano ha assunto tinte terrificanti. Da film horror. Peccato, davvero. Anche perché, per dirla con Maurizio Jacobacci, «eravamo in partita e avremmo dovuto chiudere il primo tempo con almeno due reti di vantaggio». Già, il «Botta» aveva deviato in rete un cross di Lavanchy. Il Kybunpark, ammutolito, ha masticato amaro. Ma è stata, appunto, solo un’illusione. Un flirt e nulla più.

Il crollo improvviso

I bianconeri sono crollati. Di colpo, all’improvviso, senza chissà quali avvisaglie. Certo, il pubblico biancoverde nella ripresa ha spinto, fatto casino, fischiato, sostenuto Hefti e gli altri. Ma fino all’1-1 i padroni di casa...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Calcio
  • 1
  • 1