Renzetti punzecchia Jacobacci: «I cambi vanno sfruttati meglio»

Calcio

Sconfitto a Zurigo, il Lugano si prepara a un trittico infernale: le sfide contro Basilea, Young Boys e San Gallo - Il primo bilancio di Angelo Renzetti: «Quattro punti erano il minimo, ma visti gli impegni ravvicinati bisogna avere più coraggio nelle sostituzioni»

Renzetti punzecchia Jacobacci: «I cambi vanno sfruttati meglio»
Il presidente e l’allenatore. ©CdT/Chiara Zocchetti

Renzetti punzecchia Jacobacci: «I cambi vanno sfruttati meglio»

Il presidente e l’allenatore. ©CdT/Chiara Zocchetti

Alle spalle tre sommità tutto sommato affrontabili senza bombole d’ossigeno. Davanti, però, altrettanti ottomila lastricati di asperità: Basilea, YB e San Gallo. Lungo il cammino, intanto, il Lugano è riuscito a riempire il proprio zaino con 4 punti. Tanti? Pochi? Giusti? «Era il minimo indispensabile» ribadisce il presidente Angelo Renzetti, ancora amareggiato per la sconfitta maturata domenica pomeriggio a Zurigo. «L’impressione - ci spiega - è che la squadra non si sia ancora abituata ad affrontare degli impegni così ravvicinati. È il momento di fare un click in questo senso, perché il nuovo contesto sportivo impone un cambio di filosofia». Il numero uno dei bianconeri allude alla lettura delle partite, in particolar modo alla luce dei cinque cambi a disposizione. «La sfida del Letzigrund...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

  • 1 Massimo Solari
Ultime notizie: Calcio
  • 1
  • 1