Se il calcio perde la testa

Domande e risposte

La Federazione inglese ha raccomandato di limitare le incornate in allenamento: 10 alla settimana - La proposta si aggiunge a una lunga serie di modifiche che, poco a poco, stanno rivoluzionando il mondo del pallone - Dall’introduzione dei cinque cambi, alla tecnologia, passando dalle idee innovative di Arsène Wenger: dove stiamo andando?

Se il calcio perde la testa
La capocciata vincente di Haris Seferovic, valsa il provvisorio 1-0 negli indimenticabili ottavi di finale di Euro 2020 tra Svizzera e Francia.  © AP/Vadim Ghirda

Se il calcio perde la testa

La capocciata vincente di Haris Seferovic, valsa il provvisorio 1-0 negli indimenticabili ottavi di finale di Euro 2020 tra Svizzera e Francia.  © AP/Vadim Ghirda

Addio colpi di testa. Oddio, no, stiamo esagerando. L’ultima proposta della Federcalcio inglese non va esattamente in questa direzione. Ma consiglia, per scongiurare i danni cerebrali dei giocatori, di limitare le incornate durante gli allenamenti: dieci a settimana. Quella giunta da Oltremanica è solo l’ultima di una lunga serie di modifiche o sperimentazioni nel mondo del pallone. E allora proviamo a capire dove si sta andando.

1 In cosa consiste la nuova direttiva emanata mercoledì dalla Federazione inglese di calcio e finalizzata a regolamentare i colpi di testa?

Premessa: quella della «Football Association» è una raccomandazione, non un obbligo. Anche perché controllare le migliaia di campi di calcio del Paese risulterebbe piuttosto complicato. Impossibile, anche. L’indicazione, che interessa...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Calcio
  • 1
  • 1