Se il Lugano dà i numeri

Calcio

A due turni dalla fine dell’andata i bianconeri hanno eguagliato il record di 19 punti in passato raggiunto solo alla pausa – L’impatto di Maurizio Jacobacci: nessun altro tecnico dal 2015 aveva vinto tre volte nelle prime quattro gare di campionato

Se il Lugano dà i numeri
Con tre vittorie e una sconfitta, in campionato Maurizio Jacobacci ha una media di 2,25 punti a partita. ©Keystone/Gian Ehrenzeller

Se il Lugano dà i numeri

Con tre vittorie e una sconfitta, in campionato Maurizio Jacobacci ha una media di 2,25 punti a partita. ©Keystone/Gian Ehrenzeller

Non dev’essere poi così male, mettersi nei panni di Maurizio Jacobacci. No, il look – impeccabile di domenica in domenica – è marginale ai fini del nostro discorso. Qui c’entrano i numeri: quelli insindacabili. Quelli che non mentono. E al metodico mister bernese farà in tal senso piacere scoprire che il suo arrivo ha comportato un nuovo record in casa Lugano. Un traguardo quasi insperato, per come si erano messe le cose solo un mesetto fa.

In anticipo sugli altri

Il primato, dicevamo. Parliamo di punti e, va da sé, di classifica. Da quando sono tornati in Super League, i bianconeri non avevano mai raggiunto quota 19 punti dopo 16 giornate di campionato. Nel migliore dei casi le gestioni precedenti erano state capaci di totalizzare questo punteggio alla fine del girone d’andata (18 gare). Era...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Calcio
  • 1
  • 1