Se l’FC Lugano assomiglia all’Ambrì Piotta

Calcio

Maurizio Jacobacci fa il punto della situazione in vista dell’importantissima sfida contro lo Young Boys: la lista di infortunati rischia di essere lunghissima

 Se l’FC Lugano assomiglia all’Ambrì Piotta
Il mister bianconero Maurizio Jacobacci. © CdT/Gabriele Putzu

Se l’FC Lugano assomiglia all’Ambrì Piotta

Il mister bianconero Maurizio Jacobacci. © CdT/Gabriele Putzu

Mancheranno Obexer e Guidotti, verosimilmente anche Sabbatini e Bottani mentre Maric e Lavanchy sono in dubbio. Sì, il Lugano è incerottato e rischia davvero di avere pochissime alternative domenica contro lo Young Boys. «Ma gli alibi non servono» ammonisce Maurizio Jacobacci, allenatore sereno nonostante gli ultimi risultati. «Faremo la nostra partita. Magari con un assetto più difensivo del solito, anche se con il pallone fra i piedi dovremo essere propositivi. Faremo la nostra partita, dicevo, nella speranza di non ripetere gli errori commessi a Thun. Ero deluso, domenica scorsa, di quanto fatto in difesa. Ora ci aspetta una partita complicata, anche perché l’YB ha davvero tantissima qualità. Non credo che, vista l’accesa lotta al titolo con San Gallo e Basilea, i gialloneri avvertiranno pressioni particolari. Sono abituati a fare il loro gioco».

Per «Jaco», bernese cresciuto con la maglia dello Young Boys, quella di Cornaredo sarà una sfida speciale. «Speciale forse no, ma è chiaro che proverò emozioni particolari. Ho passato un’intera gioventù al Wankdorf, dagli allievi C fino alla prima squadra. Conosco ancora diversi elementi del club e spesso vengo invitato alle partitelle tra vecchie glorie. Detto ciò, quando comincerà il match penserò solo e soltanto al Lugano».

Intanto, a tenere banco è sempre la questione nuovo attaccante. Il tempo stringe: lunedì, infatti, il mercato chiuderà. «Stiamo seguendo diverse piste e profili, vediamo cosa salterà fuori» la chiosa di Jacobacci. Difficilmente, però, si tratterà di Blessing Eleke. Il giocatore sarebbe disposto a rimanere, anche perché i rapporti con mister Celestini sono buoni, ma soprattutto la dirigenza lucernese non vuole rinforzare un’avversaria.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Calcio
  • 1

    Ransford Selasi, i suoi maestri e il Lugano

    Calcio

    Il centrocampista ghanese, arrivato in prestito dalla Juventus Under 23, si racconta: da Oddo a Cosmi, passando per Zeman e Liverani, senza dimenticare il suo Paese d’origine

  • 2

    Champions: la Juve cade a Lione

    Calcio

    La squadra di Sarri sconfitta 1-0 nell’andata degli ottavi – Nell’altro match in programma colpo del Manchester City vittorioso per 2-1 a Madrid contro il Real - LE FOTO

  • 3

    Vladimir Petkovic: «A Pierluigi Tami dico grazie»

    Calcio

    Il commissario tecnico della Svizzera a ruota libera, dal rinnovo contrattuale fino al 2022 all’intesa con il direttore delle squadre nazionali passando per l’ipotesi, un domani, di vincere un grande evento

  • 4
  • 5

    Vladimir Petkovic e la Svizzera avanti anche dopo Euro 2020

    Calcio

    Il commissario tecnico rimarrà sulla panchina della nazionale rossocrociata: il nuovo contratto avrà una durata biennale - «In passato ho avuto dei dubbi, ma negli ultimi mesi ho capito che il mio posto era qui, alla guida di questa squadra»

  • 1
  • 1