Sébastien Fournier racconta il suo derby del cuore

Calcio

L’ex nazionale ci parla la rivalità tra Servette e Sion, che domani torneranno ad affrontarsi in Super League dopo sei lunghi anni.

 Sébastien Fournier racconta il suo derby del cuore
Sébastien Fournier ora è il responsabile tecnico della Federazione calcio ginevrina.

Sébastien Fournier racconta il suo derby del cuore

Sébastien Fournier ora è il responsabile tecnico della Federazione calcio ginevrina.

La Svizzera romanda ribolle d’attesa ed è pronta a tuffarsi con entusiasmo nel derby del Rodano. Servette-Sion è una partita, sì, ma anche un avvenimento che possiede un’aura magica. In un calcio sempre più globalizzato, in un’estate di tournée esotiche e di ritiri ultrablindati, c’è un appiglio per i nostalgici del pallone. Due squadre che si ritrovano a ben sei anni di distanza, due tifoserie rivali più che mai: la vicinanza geografica spesso scava fossati sportivi che, al netto delle derive violente, affascina perché paradossale e romantica. Vicini ma lontani nel cuore, Servette e Sion sono la dimostrazione di come, quando in ballo c’è l’identità collettiva, vincere diventi un’ossessione bellissima. L’ultima volta che ginevrini e vallesani si erano incontrati alla Praille era finita con...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Calcio
  • 1
  • 1