Calcio

Si scalda l’ambiente, a Cornaredo arriva il San Gallo

Partita importantissima per il Lugano: una vittoria significherebbe tornare al terzo posto

Si scalda l’ambiente, a Cornaredo arriva il San Gallo
Fabio Celestini. (Foto Putzu)

Si scalda l’ambiente, a Cornaredo arriva il San Gallo

Fabio Celestini. (Foto Putzu)

LUGANO - Un punto, permetterebbe di fatto al Lugano di raggiungere l’obiettivo minimo stagionale: la salvezza. Ma i bianconeri non vogliono accontentarsi. «Se ci libereremo di questo peso, potremo cominciare a correre verso il nostro grande sogno» sono state le parole di Fabio Celestini durante la conferenza stampa di ieri. Tradotto: l’Europa League dai gironi. Fra pochi minuti, in un Cornaredo vestito a festa (la società ha organizzato una coreografia sulle tribune), arriverà il San Gallo. Bisogna quindi provare a vincere per superare di nuovo il Thun al terzo posto. Poi, tutto potrà succedere. Il tecnico non potrà contare su Mijat Maric (squalificato) al centro della difesa, mentre torna in campo Numa Lavanchy, uno che alla Stockhorn Arena era mancato moltissimo. Probabile l’utilizzo del 3-4-1-2, con Bottani dietro le punte Gerndt e Junior.

La formazione

Baumann; Yao, Sulmoni, Daprelà; Lavanchy, Sabbatini, Vecsei, Crnigoj; Bottani; Gerndt, Junior.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Calcio
  • 1