Sommer: «Una birra se vinciamo? Anche di più»

Calcio

Prima di festeggiare la qualificazione agli Europei il portiere della Nazionale punta però a una «buona prestazione contro Gibilterra»

Sommer: «Una birra se vinciamo? Anche di più»
Yann Sommer non dovrebbe avere particolare lavoro questa sera a Gibilterra. © Keystone/Anthony Anex

Sommer: «Una birra se vinciamo? Anche di più»

Yann Sommer non dovrebbe avere particolare lavoro questa sera a Gibilterra. © Keystone/Anthony Anex

A Gibilterra è tornato il sereno. Cielo terso e una vista pazzesca sul continente africano. Anche la Svizzera questa cerca il suo posto al sole. Gli Europei itineranti del 2020 sono a un passo, ma prima va sbrigata l’ultima, banalissima pratica. «Se conquisteremo i tre punti la qualificazione sarà certa e magari coinciderà anche con il primo posto nel girone» rileva Yann Sommer. Già, oltre la Manica, nella Gran Bretagna unita, l’Irlanda cercherà di strappare alla capolista Danimarca il biglietto per il torneo al via in giugno. Uno scenario che farebbe alquanto comodo alla Svizzera, dal momento che chiudere al secondo posto significherebbe finire in terza fascia e dunque rischiare un girone di ferro all’Euro del prossimo anno. Il portiere elvetico tuttavia non ci pensa ancora. «Facciamo prima una buona prestazione a Gibilterra, poi vedremo» indica Sommer. Ma una birretta, in caso di qualificazione (la quarta consecutiva tra Mondiali ed Europei), il nostro estremo difensore se la concederà? «Anche più di una» conclude ridendo.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Calcio
  • 1
  • 1