Svizzera, pareggiare non basterà

Calcio

I rossocrociati devono battere la Turchia per accedere agli ottavi di finale di Euro 2020 - Con soli 2 punti, invece, la classifica delle migliori terze condannerebbe anzitempo gli elvetici

Svizzera, pareggiare non basterà
©AP/Naomi Baker

Svizzera, pareggiare non basterà

©AP/Naomi Baker

Per un attimo è sembrato uno scenario ipotizzabile. Surreale, ma ipotizzabile. Accedere agli ottavi di finale di Euro 2020 con due miseri punti. O alla peggio, dover attendere a Roma sino alla fine della fase a gironi per capire il potenziale di un simile bottino. I risultati maturati ieri, però, hanno svuotato di significato questi fragili calcoli. La classifica delle migliori terze - che garantirà il passaggio del turno a ben quattro squadre - di fatto condanna da subito la Svizzera. Che, dunque, oggi dovrà battere a tutti i costi la Turchia per meritarsi l’accesso alla fase a eliminazione diretta del torneo.

Al momento Xhaka e compagni occupano il terzo posto del gruppo A con un punto. Ciò che ne fa la peggior terza classificata, complice la differenza reti (-3), dietro a Portogallo (3 punti, +1), Austria (3 punti, 0), Finlandia (3 punti, 0), Spagna (2 punti, 0), Croazia (1 punto, -1). In considerazione delle partite che le avversarie dirette dovranno ancora giocare e della citata differenza reti negativa, non è insomma immaginabile aggrapparsi a un nuovo pareggio. No, alle 20 di Baku, 18 ore svizzere, la Nazionale è chiamata a centrare la posta piena. In caso contrario, domani ad attendere la selezione di Vladimir Petkovic ci sarà un volo per Zurigo.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Calcio
  • 1
  • 2
  • 3

    Petkovic al Bordeaux: è fatta

    Calcio

    II commissario tecnico e la Nazionale sono pronti a lasciarsi: trovato l’accordo con i Girondins, ai quali «Vlado» si legherà sino al 2024

  • 4

    Le prime gioie bianconere arrivano da dietro le quinte

    Calcio

    Il debutto in campionato contro lo Zurigo è stato amaro sul piano sportivo ma non a livello organizzativo, poiché grazie al test contro l’Inter il Lugano ha gestito al meglio l’affluenza allo stadio - Luca Pedroni: «Gli accorgimenti effettuati ci hanno permesso di rendere il processo molto più fluido»

  • 5

    «Vlado» al passo d’addio

    Calcio

    L’Associazione Svizzera di Football conferma i colloqui in corso con il Bordeaux, interessato al ct della Nazionale - La partenza del 57.enne metterebbe la federazione in una posizione scomoda, a poco più di un mese dal prossimo raduno

  • 1
  • 1