Team Ticino: conciliazione fallita, come da copione

Calcio

Convocate in Pretura, le parti non hanno trovato un’intesa e così il Bellinzona potrebbe trascinare la vicenda in tribunale

Team Ticino: conciliazione fallita, come da copione
Flavio Facchin, membro del Bellinzona in seno al Team Ticino, e il presidente del Lugano Angelo Renzetti. ©CdT/Gabriele Putzu

Team Ticino: conciliazione fallita, come da copione

Flavio Facchin, membro del Bellinzona in seno al Team Ticino, e il presidente del Lugano Angelo Renzetti. ©CdT/Gabriele Putzu

Come previsto e come annunciato dai colleghi de «La Regione», il tentativo di conciliazione fra Bellinzona e Team Ticino è fallito. Presentatesi in Pretura proprio a Bellinzona, le parti sono rimaste lontane. A rappresentare i granata c’erano Flavio Facchin e Marcello Censi, sul versante opposto Michele Campana (FC Lugano) e Nicola Bignotti (FC Chiasso).

Due le questioni sul tavolo. La prima: il Bellinzona ha chiesto l’annullamento delle risoluzioni adottate lo scorso 16 luglio durante l’assemblea generale del Team Ticino. Di fatto, ai granata non è mai andato giù il nuovo statuto e – in particolare – il fatto che per nominare il direttore tecnico sia sufficiente la maggioranza semplice.

La seconda: il famoso contributo UEFA di 600 mila franchi incassato dal Lugano. Il Bellinzona afferma che tale somma andrebbe “girata” alla formazione e a suo tempo si era mosso, su mandato del vecchio comitato del Team Ticino, per recuperarla. Un mandato che il nuovo comitato ha però revocato. Mossa che l’ACB contesta.

Entrambe le procedure sono quindi sospese, nella speranza di risolverle in altre sedi. Non dovesse succedere, a fine sospensione il Bellinzona potrà portare l’intero incarto in tribunale.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Calcio
  • 1

    Jacobacci: «Non sono qui per stabilire record»

    Calcio

    Alla Maladière il Lugano vuole allungare la striscia delle vittorie e portarsi a +10 dal Neuchâtel Xamax penultimo in classifica - L’allenatore: «Un successo ci farebbe compiere un importante balzo verso la serenità sportiva»

  • 2

    Maxi Lopez, Lugano e Leo Messi

    CALCIO

    Il calciatore argentino, classe 1984, si è affidato al fisioterapista Roby Maragliano per rimettersi in forma dopo un infortunio – «Parlo solo di pallone, niente gossip» ci ha detto a Savosa – IL VIDEO

  • 3
  • 4

    Sabbatini: «Per alcuni di noi è più complicato»

    FC Lugano

    Il capitano dei bianconeri commenta la possibile cessione del club: «Il tema è nell’aria e abbiamo imparato a conviverci, però chi è in scadenza s’interroga» – Il centrocampista e il rapporto con Angelo: «Il suo addio? Dispiacerebbe a me e ai tifosi»

  • 5
  • 1
  • 1