Tifosi allo stadio già da luglio

Calcio

Non lo esclude il capo della Divisione malattie infettive Daniel Koch che ne ha parlato ieri in una trasmissione della SRF - Ci sono però alcune condizioni

Tifosi allo stadio già da luglio
La tribuna di Cornaredo in una foto d’archivio.

Tifosi allo stadio già da luglio

La tribuna di Cornaredo in una foto d’archivio.

I tifosi potrebbero tornare sugli spalti dei campi calcistici già nel mese di luglio. La possibilità è stata ventilata ieri sera dal delegato dell’Ufficio federale di sanità pubblica Daniel Koch, ospite di una trasmissione della SRF. Ciò potrebbe essere possibile grazie al tracciamento dei contatti, così da tenere sotto controllo i possibili contagi, ha poi spiegato l’esperto.

La riduzione del numero di nuove infezioni in Svizzera è un segnale positivo anche per il mondo sportivo, ha asserito Koch aggiungendo poi: «Lo sport è importante. Ecco perché l’obiettivo è quello di riportare il pubblico all’interno degli stadi il più presto possibile».

La decisione non verrà però fatta se non ci saranno le condizioni. «Premettendo che ogni decisione in tal senso viene comunque presa dal Consiglio federale, immagino che se si conoscerà il numero esatto di spettatori e se si attribuiranno posti numerati sarà possibile far tornare il pubblico a questo tipo di eventi», ha spiegato Koch. «Ciò che conta è rendere possibile il contact tracing anche nei giorni dopo le manifestazioni e risalire così alle persone sedute nelle vicinanze di un possibile infetto».

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Calcio
  • 1
  • 1