Torta di compleanno amara per il Chiasso

calcio

Nel giorno del 115. anniversario di fondazione, i rossoblù incassano al Riva IV la sconfitta contro il Thun, la quarta di fila - Andrea Maccoppi: «Il cartellino rosso a Stevic ci ha tagliato le gambe, perché fino a quel momento eravamo in partita»

Torta di compleanno amara per il Chiasso
Baldo Raineri, allenatore del Chiasso. @CDT / Gabriele Putzu

Torta di compleanno amara per il Chiasso

Baldo Raineri, allenatore del Chiasso. @CDT / Gabriele Putzu

Dopo l’esaltante debutto stagionale, contraddistinto dalla vittoria sullo Zurigo in Coppa Svizzera, il Chiasso non riesce più a vincere. Ieri sera, complici un po’ di sfortuna e un po’ di imprecisione sotto porta, i rossoblù sono incappati nella quarta sconfitta (su quattro partite) in campionato. Peccato, perché a rovinare la giornata, che oltre ai debutti del portiere greco Safarikas (positivo il suo debutto come quelli di Michel Morganella e Maccoppi) segnava il 115.mo compleanno del club di confine, ha influito - e non poco – l’espulsione per doppia ammonizione di Stevic al 57’.

Da quel momento in poi, la sfida del Riva IV è radicalmentre cambiata e la squadra del neo allenatore Carlos Bernegger ne ha approfittato, piazzando due terribili colpi ai sogni di gloria chiassesi. Un’espulsione così commentata da Andrea Maccoppi, a Chiasso da pochissimi giorni: «Le due reti ci hanno tagliato le gambe contro una squadra, che davanti possiede ottimi giocatori e che fino a pochi mesi fa giocava ancora in Super League. Il cartellino rosso rimediato da Stevic ci ha tagliato le gambe, perché fino a quel momento eravano decisamente in partita. Ritengo che il rosso di Stevic abbia influito al 99 per cento della nostra sconfitta». Una sconfitta, che confina la squadra di Baldo Raineri sul fondo della classifica con già quattro lunghezze di ritardo su Aarau e Thun, le due squadre che precedono i chiassesi. Il tutto, a quattro giorni dall’impegnativa trasfeta della Pontaise contro lo Stade Losanna, attualmente seconda forza di Challenge League. Il tecnico rossoblù si è intrattenuto a fine gara con i ragazzi della curva, finalmente tornati sugli spalti del Riva IV per sostenere i propri beniamini, dopo un lungo esilio al di fuori delle recinzioni dello stesso. «Ho voluto scusarmi con loro per la quarta sconfitta di fila. Ovviamente dispiace a tutti. Non dobbiamo aggrapparci alla sfortuna, ma piuttosto dobbiamo tornare a presentare la manovra mostrata contro lo Zurigo e due settimane fa ad Aarau, così come nelle precedenti gare. A partire da martedì dobbiamo cercare di muovere questa benedetta classifica per non entrare in quella sorta di incubo, in cui la squadra era precipitata lo scorso anno. Sono ovviamente soddisfatto dei nuovi innesti. Si tratta di elementi d’esperienza, che ovviamente abbisognano di un po’ di rodaggio, dopo essere rimasti fermi per qualche tempo. Da domani cercheremo di guardarci in faccia per capire dove apportare i dovutii corretivi tattici» , conclude Raineri.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Calcio
  • 1
  • 1