Tosetti: “Anche il Thun adesso gioca per vincere”

Il ticinese ex Lugano a ruota libera - La vita da papà e quella in campo

Tosetti: “Anche il Thun adesso gioca per vincere”

Tosetti: “Anche il Thun adesso gioca per vincere”

LUGANO - Matteo Tosetti oramai è di casa a Thun. L'esterno ticinese sta disputando la sua terza stagione in maglia biancorossa. Di più, «Tose» nell'Oberland bernese ha messo su famiglia. Da quattro mesi infatti è papà della piccola Noemi. «Qui sto bene» afferma con un sorriso l'ex calciatore del Lugano. «Ma non ho preso la mentalità svizzero tedesca, anzi» ci tiene subito a sottolineare. «Difendo con orgoglio la mia ticinesità». È l'inizio di una bella chiacchierata.

Matteo, puntualmente all'inizio di ogni stagione gli esperti danno il Thun per spacciato. E invece domenica arriverete a Lugano forti del secondo posto in classifica. Come la mettiamo?«Diciamo che è più facile giocare se le premesse sono basse. Ci danno sempre per spacciati, è vero. E questo perché di anno in anno perdiamo pedine. Ma noi sappiamo guardare avanti. Alla fine, se uno analizza bene la nostra situazione scopre che lo zoccolo duro è ancora lì. Il che favorisce l'intesa fra noi giocatori e il mister. I nuovi si sono inseriti bene. Ed eccoci al secondo posto, anche se a Thun nessuno si illude: qui si pensa soltanto alla salvezza».Da fuori il vostro equilibrio è davvero invidiabile. Altre piazze pagherebbero per avere la tranquillità che si respira nell'Oberland. Qual è il segreto?«È la classifica a suggerirci equilibrio. Il Thun è secondo, sì. Tuttavia lo Xamax non è lontano. Basta una mezza spirale negativa e ti ritrovi nei bassifondi. Non è una novità: il campionato svizzero non fa sconti a nessuno, oggi sei in alto ma domani puoi cadere. Una cosa ad ogni modo è cambiata rispetto alle mie prime due stagioni».E cosa?«Vogliamo abituarci a vincere e ci stiamo abituando alle vittorie. E, credetemi, è molto bello. Prima andavamo in campo con l'obiettivo di non perdere; adesso giochiamo per i tre punti. C'è una grande differenza fra i due approcci».

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Calcio
  • 1