Vendita FC Lugano, c’è l’accordo

Calcio

Angelo Renzetti comunica di aver trovato l’intesa per la cessione del 60% del capitale azionario: rimarrà presidente

Vendita FC Lugano, c’è l’accordo
© CdT/Gabriele Putzu

Vendita FC Lugano, c’è l’accordo

© CdT/Gabriele Putzu

«Angelo Renzetti comunica di aver trovato un accordo, preventivamente approvato dall’azionista di minoranza, per la cessione del 60% del capitale azionario della FC Lugano SA». Recita così la nota appena diffusa dal club bianconero. «L’accordo è soggetto al realizzarsi di determinate condizioni, la gestione sportiva passerà però di controllo già al momento dell’approvazione definitiva da parte della Swiss Football League» prosegue il comunicato. «Lo stesso accordo prevede che Angelo Renzetti continui a ricoprire la carica di presidente. Informazioni dettagliate ed esaustive in merito alla nuova proprietà saranno comunicate nel corso di una conferenza stampa che si terrà unicamente dopo l’approvazione formale da parte della Swiss Football League. Fino a tal momento non saranno rilasciate ulteriori dichiarazioni».

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Calcio
  • 1

    Se il calcio perde la testa

    Domande e risposte

    La Federazione inglese ha raccomandato di limitare le incornate in allenamento: 10 alla settimana - La proposta si aggiunge a una lunga serie di modifiche che, poco a poco, stanno rivoluzionando il mondo del pallone - Dall’introduzione dei cinque cambi, alla tecnologia, passando dalle idee innovative di Arsène Wenger: dove stiamo andando?

  • 2

    Una piccola famiglia verdeoro

    Calcio

    Il mercato estivo ha fin qui portato a Lugano tre giocatori brasiliani, giunti alla corte del connazionale Abel Braga con grandi speranze - Ad animare il giovane trio sudamericano vi sono diversi elementi comuni, come la volontà di imporsi in Europa realizzando così i propri sogni

  • 3
  • 4

    Pont: «Sono certo che l’ASF abbia giocato d’anticipo»

    Calcio

    Il 67.enne ginevrino, ex assistente di Kuhn e Hitzfeld sulla panchina della Nazionale, ha fiducia nella federazione elvetica - Qualche nome per il sostituto di Petkovic, secondo lui, è già sul tavolo: «Anche perché la scelta di Vlado non è stata impulsiva»

  • 5
  • 1
  • 1