Difesa in emergenza, ma obiettivo tre punti

Calcio

Per la sfida di domenica contro il Losanna, mister Jacobacci deve rinunciare a Maric, Guerrero e Kecskés - «Un’intera settimana di lavoro ci ha però fatto bene» sottolinea il tecnico del Lugano

Difesa in emergenza, ma obiettivo tre punti
©Ti-Press/Alessandro Crinari

Difesa in emergenza, ma obiettivo tre punti

©Ti-Press/Alessandro Crinari

Una settimana intera per lavorare. Riordinare le idee. E fare un bel respiro. Il Lugano, reduce dalla bruciante sconfitta casalinga contro il Lucerna, ne aveva bisogno. «Sì, è stato importante avere a disposizione questo tempo» ammette Maurizio Jacobacci. Il tecnico dei bianconeri, d’altronde, deve recarsi a Losanna con una squadra in emergenza. Soprattutto in difesa, dove mancheranno Kecskés (squalificato), Maric e Guerrero (infortunati). «Ma, appunto, abbiamo avuto abbastanza giorni per riflettere sul miglior assetto da adottare alla Tuilière. Ziegler? Sarà sicuramente dei nostri e potrà darci una mano. Certo, l’assenza di partite nelle gambe non va sottovalutata». Difficile dunque capire se «Jaco» punterà subito sul nuovo arrivato. E, di riflesso, in che modo cercherà di far risorgere il suo Lugano. «La pressione - precisa - c’era anche quando le cose andavano meglio. Io stesso me la metto a ogni partita, scendendo in campo per vincere. Sempre». Mai come a questo giro i tre punti sono però fondamentali. «Anche se la sconfitta all’ultimo con il Lucerna ha dimostrato quanto possono essere preziosi i pareggi» tiene a precisare Jacobacci. «Del Losanna non mi fido, sarà una partita difficile. A maggior ragione considerato il campo sintetico».

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Sport
  • 1
  • 1