Sci alpino

Feuz si inchina a Paris e Innerhofer

Il bernese chiude la discesa di CdM a Bormio al terzo posto dietro ai due azzurri

 Feuz si inchina a Paris e Innerhofer
Beat Feuz in piena azione durante la gara. (Foto Keystone)

Feuz si inchina a Paris e Innerhofer

Beat Feuz in piena azione durante la gara. (Foto Keystone)

 Feuz si inchina a Paris e Innerhofer
Dominik Paris vola verso la vittoria. (Foto Keystone)

Feuz si inchina a Paris e Innerhofer

Dominik Paris vola verso la vittoria. (Foto Keystone)

BORMIO - Sulla Stelvio aveva dominato negli allenamenti ma in gara alla fine venerdì si è dovuto accontentare - si fa per dire - della terza piazza finale. Il bernese Beat Feuz nella spettacolare discesa di Coppa del mondo andata in scena Bormio è stato infatti preceduto agli azzurri Dominik_Paris e Christof Innerhofer che nell’ordine l’hanno lasciato a 52 e 16 centesimi. Poco oltre la «top ten» gli altri rossocrociati Mauro Caviezel e Niels Hintermann, tredicesimi a parimerito a 1’’91 da Paris e ultimi fra coloro che hanno concluso con un gap inferiore ai due secondi nei confronti del vincitore. Un Paris, per la cronaca, che sulla Stelvio aveva già trionfato nel 2017 e 2017, per quel che riguarda la specialità regina dello sci alpino. Il ventinovenne italiano ha così firmato il decimo successo della carriera in CdM.

Feuz, durante la sua discesa, non ha mai dato l’impressione di poter prevalere su tutti ma ha fatto valere tutto il suo fisico su un tracciato ghiacciatissimo. Solo quinto al penultimo dei cinque rilevamenti intermedi, nell’ultima parte è stato velocissimo, meritandosi quindi primo podio mai festeggiato a Bormio, dove in precedenza era giunto solamente una volta al traguardo, chiudendo al quarto rango nel 2017. Vittorioso alla fine di novembre a Beaver Creek, il bernese nelle quattro discese disputate sin qui in questa stagione è stato a tre riprese fra i migliori tre e guida meritatamente nella CdM della specialità, con 36 punti sull’austriaco Max Franz, in precedenza co-leader nella generale della libera ma solamente undicesimo venerdì, in compagnia del norvegese Aksel Lund Svindal. Da parte sua Paris è terzo con uno svantaggio di 64 punti.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

  • 1
Ultime notizie: Sport
  • 1
    Calcio

    Celestini, il passato bussa alla tua porta

    Lugano a Losanna per i sedicesimi di Coppa Svizzera: sfida particolare per Celestini, già giocatore e allenatore dei vodesi – Il Bellinzona accarezza il sogno di ospitare il derby ma deve accontentarsi del Neuchâtel Xamax

  • 2
  • 3
  • 4
    Calcio

    Jacobacci: «Il mio Bellinzona? Arriverà»

    Jacobacci si gode il successo in Coppa e spiega: «Ai miei dirò cosa voglio vedere in campo» – Sul fronte opposto mister Peschera non nasconde la delusione: «Spiazzati da quel taglio»

  • 5
    Corsa d’orientamento

    Svizzera d’argento in staffetta

    Il bilancio rossocrociato dei primi mondiali esclusivamente boschivi è di 4 medaglie: due arrivate da Simona Aebersold (bronzo nella long e argento nella middle), una da Daniel Hubmann (bronzo nella long) e l’ultima, d’argento, conquistata da Sabine Hauswirth, ancora la Aebersold e Julia Jakob in staffetta

  • 1